MotoGP, Jorge Lorenzo: “A Motegi possiamo vincere, ma se piove tutto cambia”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Neppure la spalla infortunata riesce a fermare Jorge Lorenzo che continua a ‘martellare’ anche nella prima giornata di prove sul circuito di Motegi. Valentino Rossi dista ben 8 decimi, Marc Marquez sembra in difficoltà con la mano recentemente operata e alle sue spalle si intravedono solo le Ducati che in gara non dovrebbero dargli eccessivi problemi.

Il week-end del pilota maiorchino sembra sia cominciato tutto in discesa e la vittoria potrebbe arrivare più facile del previsto. A meno che la pioggia prevista per domenica non mescolerà gli equilibri in pista, con il vento che rischierebbe di soffiare a favore di Valentino.

Ma sono soltanto congetture. L’unico dato di fatto per adesso è il suo miglior crono del venerdì e, soprattutto, la buona condizione della spalla sinistra, lievemente contusa dopo l’infortunio di alcuni giorni fa. “Mi sento a mio agio con la spalla. Questo vale per tutti i settori, in accelerazione, nel cambio di direzione e di frenata. Per fortuna, mi sento meglio di quanto mi sarei aspettato dopo l’infortunio – ha proseguito Jorge Lorenzo -. A differenza della clavicola rotta ad Assen nel 2013 o alle due caviglie spezzate in China nel 2008 sto molto meglio ora”.

La Yamaha M1 sembra adattarsi alla grande sul tracciato nipponico e Lorenzo ha ancora dei margini per migliorare in vista del sabato e della domenica: “Sono felice di poter essere competitivo e costante. Se la distanza di gara è un problema, non lo so. Mi auguro di migliorare il mio feeling per sabato e domenica. Naturalmente, la guida per la guarigione non è particolarmente favorevole, ma il tempo mi aiuta… Inoltre, non ho completamente spinto al limite, al fine di essere competitivi. Così posso risparmiare energia”.

Ma mai dire gatto se non ce l’hai nel sacco, perchè domenica tutto può succedere, anche che la pioggia rovini tutto o che le Ducati diano filo da torcere: “I piloti Ducati di solito iniziano molto bene, soprattutto Iannone. Pertanto, mi auguro che non sia in prima fila”, ha scherzato Jorge Lorenzo. “Domenica molto può succedere. Potrebbe piovere. Una gara sul bagnato è una storia diversa. Non importa quanto tu sia veloce, sotto la pioggia è quasi come uno sport diverso. Attualmente, però, abbiamo una grande possibilità di vincere”.