MotoGP, Marc Marquez: “Il Mondiale è sfumato dopo Silverstone”

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

Non solo Jorge Lorenzo  ma anche Marc Marquez dovrà fare i conti con un piccolo infortunio al metacarpo della mano sinistra. La scorsa settimana il pilota spagnolo si è infortunato durante un allenamento in mountain bike ed è stato operato d’urgenza in una clinica di Barcellona, al fine di poter essere in pista già nel prossimo week-end a Motegi.

“Il mio infortunio non è poi così grave”, ha detto il campione in carica della MotoGP durante la conferenza stampa a Motegi. “A differenza di Jorge anche se un osso è rotto mi sento bene. Ma devo aspettare il venerdì, per vedere come ci si sente con la moto. Sono preoccupato per le zone di frenata difficili”, anche se potrà contare su una speciale modifica al manubrio.

Rispetto ai giorni scorsi le sue condizioni migliorano progressivamente, ma ormai Marc Marquez è fuori dai giochi per la corsa al Mondiale: “Il titolo è ormai andato, già dopo il GP di Silverstone. In Aragona ho fatto un grosso errore. Volevo lottare per la vittoria e mi sentivo bene, ma poi ho commesso un errore. In questa gara vedremo se l’obiettivo sarà il podio o solo le zone alte. Questo dipende dal mio infortunio. Queste tre gare di fila saranno difficili per la mia condizione, cercherò di gestirla al meglio e fare del mio meglio fino alla fine della stagione”.

Se quello di Motegi è un circuito favorevole alle Honda potrà dimostrarlo anche Dani Pedrosa che, dopo il secondo posto ad Aragon, arriva con maggiore ottimismo a questa sfida in terra nipponica. “Dopo l’ultima gara non vedo l’ora di scendere su questa pista dove ho già ottenuto alcune vittorie in passato. Sappiamo che i piloti Yamaha sono molto veloci in ogni tracciato. Ma mi piace questa pista… Non sappiamo esattamente come funzionerà qui la moto, ma faremo del nostro meglio. Abbiamo un paio di problemi che dobbiamo risolvere. Un inizio positivo il venerdì è importante per tutto il weekend”.