MotoGP, Wayne Gardner: “Mai sottovalutare Valentino Rossi”

Wayne Gardner (Getty Images)
Wayne Gardner (Getty Images)

Il grande duello tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per la conquista del titolo iridato 2015 della MotoGP è ormai entrato nel vivo. Alla vigilia del GP di Motegi, primo dei tre decisivi round asiatici del Motomondiale, le scommesse e i pronostici sul vincitore di questo Campionato si sprecano. Ma tre decani della disciplina come Wayne Gardner, Chris Vermeulen e Troy Bayliss invitano alla prudenza. A loro dire, è (ancora) impossibile prevedere chi porterà a casa l’ambito “bottino”, perché sarà una lotta giocata fino all’ultimo sul filo di lana.

 

Testa o croce

I tre “mostri sacri” del motociclismo australiano, tutti ex vincitori di campionati mondiali, preferiscono non azzardare ipotesi su chi – tra il Pesarese e il Maiorchino – sarà il vincitore del Campionato mondiale 2015 della MotoGP.

Come i lettori di Tuttomotoriweb ben sanno, il nove volte campione del mondo Valentino Rossi ha un vantaggio di 14 punti sul team mate della Yamaha Jorge Lorenzo, ma di qui alla fine della stagione restano ancora quattro Gran Premi da disputare, tra cui quello di Philip Island in Australia (16-18 ottobre).

Parlando ai microfoni di “Keeping Track”, Wayne Gardner, campione del mondo 1987 nella classe 500cc, e i connazionali pluripremiati in MotoGP Troy Bayliss e Chris Vermeulen, si sono detti convinti che la battaglia per il titolo iridato durerà fino all’ultima gara della stagione, in programma il mese prossimo a Valencia.

“Ormai faccio parte del giro da una quarantina d’anni, e non ho mai visto una sfida così serrata”, ha confessato Gardner. “Se ci fossero due moto e due produttori diversi – ha aggiunto – , probabilmente sarebbe più facile pronunciarsi al riguardo”.

Ma dei due chi merita di più il titolo mondiale, secondo Gardner? “Mi piacerebbe che vincesse Jorge – risponde – perché è un pilota assolutamente straordinario in termini di agilità e talento, ma non si può sottovalutare Valentino e la sua ‘spinta’ nelle ultime gare. E’ davvero un testa-o-croce… Credo che staremo in trepida atteda fino all’ultima gara”.

 

Il parere di Bayliss

Quanto a Bayliss, che in occasione del 16° round del Motomondiale patrocinerà l’evento di flat track “Australian Motorcycle Finance Troy Bayliss Invitational GP”, sostiene che il 36enne di Tavullia possa conquistare il suo primo titolo mondiale nella classe regina dal 2009.

“Personalmente, vorrei che la vittoria andasse a Valentino – dice – perché in una fase ormai avanzata della sua carriera ha dimostrato a tutti di avere ancora i numeri per farcela”. “Sicuramente è in forma – sottolinea Bayliss – , ma per lui non sarà facile”.

 

La versione di Vermeulen

Secondo Vermeulen, infine, lo sprint di cui lo spagnolo ha dato prova nelle ultime gare indica che il sorpasso del Dottore è imminente. “Quando [Lorenzo] domina la situazione, corre davanti a tutti dall’inizio alla fine, e dobbiamo aspettarci ancora una o due gare simili quest’anno” osserva. “Se dovessi scommettere su qualcuno, direi che alla fine sarà Lorenzo a imporsi”.

E voi, cari lettori, su chi scegliereste di puntare?