F1, Eric Boullier: “Nessuna aria di crisi tra McLaren e Honda”

Eric Boullier
Eric Boullier (getty images)

Il 2015 è una stagione da dimenticare per il team McLaren, per Fernando Alonso e Jenson Button, reduci da un campionato difficile da digerire, ma da cui bisogna trarre insegnamenti per il prossimo anno. Il pilota di Oviedo non è andato oltre il 5° posto nel GP d’Ungheria, ma trattasi di un caso isolato.

Basti pensare che ha raccolto appena 11 punti in 14 gare, collezionando ben sei ritiri frutto di guasti tecnici. Button ha invece conquistato appena sei punti in classifica, il suo miglior risultato è stato l’8° posto a Monaco.

“Le nostre speranze ormai riguardano tutte la prossima stagione, a patto che cambino molte cose”, ha ammesso Fernando Alonso pochi giorni fa. Un campanello d’allarme per la McLaren? Sarà il tempo a dare le conferme, ma per il momento il Direttore Corse del team inglese Eric Boullier nega scissioni e contrasti nei box, sebbene sia difficile celare un certo malcontento dopo i risultati di questo campionato. E per il momento non viene messa in dubbio la collaborazione con Honda.

“Non c’è nessuna aria di crisi con Honda – ha detto Boullier ad Autosport.com -. La coesione tra McLaren e Honda è ancora ben salda, a tutti i livelli: tecnico, ingegneristico e di management. Certo, non siamo dove vorremmo essere, ma più che di deterioramento dei rapporti parlerei di pressione. Ovviamente non possiamo rimanere a questi livelli, non possiamo accontentarci di questo livello di prestazioni, ma sebbene ci sia pressione non ci sono crepe”.

Eric Boullier invita tutti i reparti tecnici e logistici della McLaren a restare uniti in questo momento di grande difficoltà e a non farsi piegare dalle critiche mediatiche: “Ho grande fiducia nell’incredibile e duro lavoro che si sta svolgendo dietro le quinte a Woking e Sakura. Continueremo a tenere la testa bassa – ha concluso Boullier – e a lavorare costantemente per migliorare la nostra monoposto in ogni weekend”.