Messico, trafficanti nascondono droga nell’airbag: muoiono nell’incidente

Photo by Twitter
Photo by Twitter

In Messico nei pressi della città di San Fernando nello stato di Tamaulipas, vicino al confine con gli Stati Uniti, sono morti in seguito ad un incidente stradale due trafficanti di droga. Autoevolution.com riporta che essi viaggiavano ad alta velocità e la perdita di controllo dell’automobile ha provocato lo schianto. I due non sono morti sul momento, ma successivamente in ospedale.

Fino a qui non sembra esserci nulla di strano nel racconto, se non fosse che la Polizia Federale Messicana ha scoperto che nell’airbag del passeggero erano nascosti 23 pacchetti di cocaina dal peso complessivo di 25 chilogrammi. Esso era stato disattivato proprio per nasconderci la droga e ciò avrebbe compromesso le possibilità di salvarsi al passeggero stesso. L’airbag del guidatore ha funzionato regolarmente, ma ciò non è bastato per salvargli la vita.

La buona notizia per le autorità messicane è essere entrata in possesso di sostanze che avrebbero potuto tranquillamente finire in circolo per le strade, ma purtroppo si tratta solamente di una goccia nell’oceano di un Paese come il Messico dove il traffico di droga è veramente notevole e difficile da contrastare ed arrestare. Sicuramente l’elevata corruzione non aiuta neppure a sconfiggere questo business multimiliardario.

Per fortuna nessun altro civile è stato coinvolto nell’incidente, solamente i due trafficanti ne sono stati protagonisti negativi. L’idea di nascondere la cocaina nell’airbag poteva essere geniale, ma le cose non sono andate come loro si aspettavano. Anzi, la trovata potrebbe essere costata la vita al passeggero dato che il cuscino salvavita di fronte a lui non ha funzionato a causa della disattivazione che era stata eseguita per nascondere i 23 pacchetti di droga.