Sesso ad alta quota: hostess guadagna 900 mila euro in due anni

Hostess
Hostess (getty images)

Chi prendendo un aereo non ha gettato un’occhiatina alle hostess, sogno proibito di tanti uomini che hanno un debole per il fascino della divisa? Sui voli di lunga percorrenza di una compagnia araba fino a qualche settimana fa c’era una hostess che “arrotondava lo stipendio” offrendo prestazioni sessuali ai passeggeri larghi di manica, tanto da riuscire a guadagnare 900 mila euro nell’arco di due anni.

La notizia è divenuta virale in poche ore, dopo l’indiscrezione pubblicata dal ‘Daily Mail‘, secondo cui una assistente di volo avrebbe confessato di aver percepito circa 2 mila euro per ogni prestazione. Il giro torbido di prostituzione sarebbe venuto a galla dopo che la ragazza, probabilmente under 30, è stata colta sul fatto. Secondo una fonte saudita “ha ammesso di aver fatto sesso con molti passeggeri, preferendo voli di lunga percorrenza come quelli fra il Golfo e gli Stati Uniti”.

Diversi giornali stranieri sostengono che i salari decrescenti delle hostess spingono molte di loro a concedersi a viaggiatori facoltosi o ai piloti e sono sempre più le donne giapponesi che vorrebbero entrare in questa categoria di lavoro. Secondo quanto riportava il ‘Shukan post’ l’equipaggio di cabina di sesso femminile era regolarmente pagato per dormire con i piloti.

La cifra di 900 mila euro in due anni sembra forse un po’ esagerata, ma è pur vero che su quelle tratte aeree viaggiano spesso persone molto ricche. Fatto sta che la ragazza in questione è stata subito licenziata e la compagnia aerea, probabilmente di origine araba, è rimasta segreta.