MotoGP, Nicky Hayden verso la Superbike: duello Honda-Aprilia

Nicky Hayden
Nicky Hayden (Getty Images)

Nicky Hayden rientra nella ristretta schiera di piloti che può vantarsi di aver sconfitto Valentino Rossi nella lotta per il titolo mondiale MotoGP. Avvenne nel 2006 in un campionato molto particolare nel quale la Yamaha si dimostrò poco affidabile e lo statunitense approfittò di alcuni ritiri del rivale, oltre che della sua caduta nell’ultima gara di Valencia dove il Dottore arrivava con 8 punti di vantaggio dopo una pazzesca rimonta dal -51. L’allora pilota Honda fu bravo ad essere costante nell’ottenere buoni piazzamenti, anche se alla fine vinse solo due gare complessive. Ma da quella stagione in poi la sua carriera è andata in calando. Scaricato dalla casa di Tokio a fine 2008, si accasò senza successo alla Ducati e dal 2014 è di nuovo in Honda con moto open non competitive che non gli hanno consentito di fare meglio dell’8° posto. In questo 2015 le cose stanno andando malissimo ed il suo miglior piazzamento è stato l’11° posto ottenuto a Le Mans.

 

Il futuro di Nicky Hayden è in Superbike

Adesso Nicky Hayden ha 34 anni e deve decidere il suo futuro. Le porte della MotoGP sembrano essere ormai chiuse per lui, a meno che non si accontenti di salire nuovamente su moto che non gli permetteranno di togliersi alcuna soddisfazione. Rimane in piedi un’alternativa importante, che è la Superbike. Nella classe delle derivata di serie l’americano può ritrovare il piacere di correre e ottenere dei buoni risultati.

La Honda lo vuole e il team manager Carlo Fiorani ha confermato questa possibilità: “Nicky ha un accordo con noi, manca solo la firma – riporta Speedweek -. E’ la nostra prima scelta. Il suo stile si adatta bene alla nostra moto. Lui nel cuore è un uomo Honda. Aspettiamo la sua risposta nei prossimi giorni”. Il team giapponese non è il migliore sulla griglia di partenza, nel campionato Superbike 2015 ha avuto molte difficoltà e perderà anche il main sponsor Pata (diretto alla rivale Yamaha). Ma nell’ottica di un rilancio affidarsi ad un pilota come Nicky Hayden può essere una buona mossa. La nuova Honda Fireblade arriverà solo nel 2017, ma intanto ci si può lavorare avvalendosi dell’esperienza del pilota 34enne per svilupparla al meglio.

A volere il  campione del mondo MotoGP 2006 non è solamente la Honda però. Anche l’Aprilia da tempo ci sta facendo più di pensiero, il team AB Moto Racing di Karel Abrahm si è già fatto avanti. Anche BMW (tramite Althea) e Ducati hanno effettuato dei sondaggi. A breve Nicky Hayden scioglierà ogni dubbio. C’è poi da considerare che il suo approdo in Superbike avrebbe anche la benedizione della Dorna, l’organizzatrice del Motomondiale, che ha bisogno di qualche volto importante per il mercato statunitense.