Valentino Rossi racconta il Ranch di Tavullia: “Tutti i piloti vogliono venire a provare”

photo da video
photo da video

Quando Valentino Rossi è lontano dalle piste del Motomondiale la maggior parte del tempo la trascorre ad allenarsi in palestra e al Motor Ranch di Tavullia, il suo bunker segreto, ma non troppo, dove è solito esercitarsi con il flat track e compiere traversi sull’ovale sterrato, in compagnia dei suoi giovani amici e allievi della VR46 Riders Academy.

Qui il pilota della Movistar Yamaha impartisce suggerimenti ai campioni del futuro e allo stesso tempo impara dai giovani piloti, trovando nuove motivazioni e provando differenti stili di guida. Un lavoro tacito e invisibile ai mass media che tanto influenza le sue prestazioni in MotoGP, dove è a un passo dal conquistare il suo decimo titolo iridato in carriera, l’ottavo nella classe regina, dopo l’ultimo messo in bacheca nel 2009.

 

La struttura del Motor Ranch

In un video pubblicato sulla pagina Facebook di Dainese, brand che fornisce tute e attrezzature al campione di Tavullia, un video racconta la genesi del Ranch per voce dello stesso Valentino. “Il Ranch è nato da una voglia che hanno tutti i piloti di avere una propria pista. Ci siamo sempre allenati nelle cave, con la ruota posteriore delle moto meno tassellata in modo da poter fare traversi. Il Ranch è l’evoluzione di questo allenamento – ha spiegato il Dottore -: una pist di flat track, un ovale, come si usa in America, e da lì è nato il Ranch che è diventato il nostro parco giochi”.

Valentino Rossi spiega la struttura del Ranch nel dettaglio, mostrando una piantina dell’area privata che racchiude diversi tracciati: “Ci sono quattro piste: il giro intero è di 2,5 km e più o meno si gira in 2 minuti e 10 secondi, dipende dalla giornata. C’è l’ovale classico con dentro un ovale più piccolo, poi c’è la parte del fagiolo, come noi la chiamiamo, e poi c’è la parte del TT, molto differente, un po’ più stretta e anche un po’ più lenta – ha aggiunto il pesarese -. Poi c’è anche una piccola pista da cross, una pista abbastanza facile che gira intorno”.

Il Ranch di Tavullia ha ospitato tanti piloti, compreso i fratelli Marquez, anche se per il momento il grande assente resta Jorge Lorenzo, che però ha promesso di mettere piede non appena sarà il momento ‘propizio’, forse dopo il campionato in corso… “Sta diventando sempre più affascinante il Ranch perchè tutti i piloti vogliono venire a provare. E’ una pista un po’ diversa dalle altre, c’è un’atmosfera bellissima, molto privata, tutti i piloti che sono venuti sono stati un giorno in relax, senza pressione, solo cercando di divertirsi e dare il massimo”.

E Rossi conclude: “Essere ancora un pilota di MotoGP ed essere uno dei più forti dopo tanti anni è un motivo di orgoglio. Il bello è proprio quello, la sensazione e l’adrenalina prima di iniziare la gara è la stessa di molti anni fa”.

Webisode #6: THE RANCH of Valentino RossiValentino Rossi VR46 Official introduces the famous dirt track where he uses to train, host fellow riders and teach a few tricks to the students of the VR46 Riders Academy. See the video and learn more about The Doctor’s exclusive playground in his hometown.#dainesecrew

Posted by Dainese on Venerdì 2 ottobre 2015