Formula1, ufficiale: Jenson Button ancora in McLaren nel 2016

Jenson Button
Jenson Button (Getty Images)

Qualche settimana fa sembrava che Jenson Button potesse lasciare la McLaren e ritirarsi dalla Formula1 per intraprendere altre avventure nelle competizioni automobilistiche. Ma è notizia di oggi che il pilota 35enne e la scuderia di Woking continueranno insieme anche nel 2016. Il campione del mondo 2009 è confermato al fianco di Fernando Alonso. Saranno ancora loro due a dover traghettare la vettura inglese verso posizioni di classifica più dignitose di quelle raggiunte per gran parte di questa stagione. Ma servirà un grande lavoro da parte di tutti: piloti, tecnici McLren e Honda.

Jenson Button è soddisfatto di proseguire il suo sodalizio con il team e si dimostra molto motivato nel proseguire questa esperienza nonostante le difficoltà palesi che lo hanno portato a raccogliere punti solo in due gran premi nel 2015: “Non sono stati mesi facili – riporta il sito ufficiale McLaren -. Negli ultimi tempi ho pensato molto e non è un segreto che avessi dubbi sul futuro. Però in questi anni ho imparato a conoscere bene Ron (Dennis; n.d.r.) e nei colloqui con lui nelle ultime settimane ho capito che è estremamente determinato a guidare la squadra oltre le difficoltà per riportarla al successo in futuro. Ciò mi dà grande fiducia e per questo abbiamo deciso di continuare insieme. Ho subito capito che era la decisione corretta. Sappiamo che c’è tanto da migliorare, lavoreremo molto duramente con la Honda nelle prossime settimane e mesi affinché il 2016 sia migliore del 2015, sono impaziente”.

Anche Ron Dennis, presidente della McLaren, ha espresso la propria gioia per la conferma di Jenson Button nella squadra: “Avevo già chiarito che il contratto con Jenson era di due anni, 2015 e 2016 con un’opzione a nostro favore per interromperlo dopo un anno. Ma una volta capito dai colloqui con lui che Jenson restava entusiasta e concentrato nel restare, quell’opzione è divenuta irrilevante. Siamo estremamente soddisfati, Jenson è il pilota più esperto della F1 e nella prossima stagione diventerà il terzo pilota della storia (con Michael Schumacher e Rubens Barrichello) a superare la barriera dei 300 GP. Ma oltre ad avere un patrimonio di esperienza importante resta un pilota moderno, in forma e molto veloce”.