MotoGP, Wilco Zeelenberg: “Grazie Pedrosa, Jorge Lorenzo più vicino a Valentino Rossi”

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)

Wilco Zeelenberg è una figura di spicco all’interno del box Movistar Yamaha ed è il team manager di Jorge Lorenzo. I suoi consigli si rivelano preziosi per lo staff del pilota maiorchino e non nasconde di tifare per il suo pupillo in questa sfida finale per il titolo iridato, che vede impegnati i suoi due piloti ufficiali, distanziati di 14 punti in classifica quando mancano quattro gare al termine.

In un’intervista a Motor.as, quando gli viene chiesto se fosse più importante la vittoria di Lorenzo o il terzo posto di Valentino Rossi, non mostra tentennamenti: “Entrambe le cose sono importanti. Si vuole sempre vincere, perché ti dà 25 punti, ma bisogna anche vedere che cosa fanno i tuoi avversari. In questo caso la caduta di Marquez è stata positiva per noi, ma d’altra parte invece è negativa – ha sottolineato Zeelenberg -, perché poteva far guadagnare più punti a Jorge“.

Poche ore prima del Gran Premio di Aragon le nuvole minacciavano pioggia, ma alla fine il meteo è risultato clemente e consentito a Lorenzo di poter tranquillamente prendere il largo sin dalla partenza: “La verità è che eravamo un po’ preoccupati, come si può immaginare, avevamo preparato una strategia di lotta con Marc, ma poi è sparita la possibilità di pioggia e Jorge ha mostrato una grande prestazione e la sua velocità, riuscendo a graffiare 9 punti a Valentino. Vorrei anche congratularmi con Dani per la grande battaglia con Vale – ha aggiunto il team manager della Yamaha -. Non lo vedevo combattere contro di lui da un lungo periodo di tempo”.

Il secondo posto del pilota Honda non può che fare piacere al team di Jorge Lorenzo che si avvicina ulteriormente alla testa della classifica piloti, detenuta dal Dottore sin dal primo Gran Premio: “Sempre buono per Yamaha avere due piloti sul podio, ma realisticamente siamo felici per Dani, in quanto vi sono solo un centinaio di punti da distribuire e la differenza è stata tagliata di quattordici punti, il che significa che tutto è molto aperto… Tanto di cappello a Valentino. Non si può dire che non abbia provato – ha concluso Wilco Zeelenberg -, ma Dani ha risposto meglio al suo attacco”.