La sosta selvaggia di calciatori e vip: l’educazione stradale non ha ‘prezzo’

Il capitano del Chelsea e la sua Range Rover (foto Dailymail.com)
Il capitano del Chelsea John Terry e la sua Range Rover (foto Dailymail.com)

 

Il capitano del Chelsea John Terry e la star di EastEnders, fortunatissima soap opera inglese, Danny Dyer, saranno pure dei prodigi nel loro campo, ma in quanto a civiltà lasciano a desiderare. I due infatti non si fanno scrupolo di parcheggiare i rispettivi bolidi nelle aree riservate ai disabili, e per questo sono finiti al centro di una piccola “bufera” Oltremanica. In un caso, una donna invalida è stata costretta a parcheggiare altrove. Ma la lista dei vip che usano le strade pubbliche come un bene privato e hanno il “vizietto” della sosta selvaggia è ben più lunga…

 

Senza pudore

Le immagini pubblicate dal Daily Mail e che riproponiamo ai lettori di Tuttomotoriweb parlano da sole. Il capitano del Chelsea, che guadagna qualcosa come 150.000 sterline (oltre 200mila euro) a settimana, ha fermato la sua Range Rover da quasi 300.000 euro davanti a un locale di kebab sulla High Street di Esher, nel Surrey.

Danny Dyer, dal canto suo, è stato avvistato di recente mentre parcheggiava la sua Porsche Cayenne da circa 80.000 euro in un’area riservata a disabili davanti a un hotel di Londra. Il noto attore 38enne ha lasciato la macchina sul posto per diverse ore, costringendo una donna invalida a farsi strada – zoppicando – nell’area principale del parcheggio.

Nel caso di Terry, l’episodio è ancor più grave, visto che il capitano era stato multato per la stessa infrazione nel 2008, quando lasciò la sua Bentley parcheggiata davanti a una pizzeria sempre a Esher, e aveva promesso “di non farlo mai più”.

Ma non ci sono scuse neppure per Dyer, che non si è fatto scrupolo di sistemare la sua imponente 4×4 in un posto riservato a disabili senza la benché minima giustificazione. A Londra, un’infrazione del genere fa scattare una multa che può arrivare a 1.000  sterline (quasi 1.400 euro), ma evidentemente nel suo caso il deterrente non è bastato…

Non che in Italia le cose vadano meglio: come ricorderete, il “nostro” Mario Balotelli ha fatto parlare di sé poco tempo fa per il ritiro della patente dopo l’ennesima infrazione al volante dell’ormai nota Lamborghini, ed è ancor più recente la notizia della multa a Mauro Icardi per aver parcheggiato la sua Lamborghini Gallardo bianca sulla zona riservata ai disabili.

E le cronache dei quotidiani riferiscono ogni giorno di personaggi più o meno “importanti” che, facendosi scudo della loro notorietà, calpestano le regole elementari di convivenza civile con la solita sosta selvaggia. A quando un bel “ripasso” di educazione stradale (e non solo)?

 

La Porsche dell'attore britannico (foto Dailymail.com)
La Porsche Cayenne dell’attore britannico Danny Dier (foto Dailymail.com)