MotoGP, Valentino Rossi: “Dobbiamo spingere, ma serve agilità”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Valentino Rossi traccia un bilancio positivo al termine della prima giornata di prove del GP di Aragon, anche se davanti a tutti c’è il suo team mate Jorge Lorenzo, che gli ha rifilato un distacco oltre sei decimi. Il Dottore, forte del secondo posto messo a segno oggi, si dice comunque convinto di aver trovato delle buone soluzioni su cui lavorare per la sua Yamaha dopo essere partito dalla base costruita nel test di qualche settimana fa.

 

I primi frutti

A giudicare dal debutto sul Motorland, il lavoro delle settimane passate comincia a dare i primi frutti. “Ad Aragon abbiamo fatto un test il mese scorso – ricorda Valentino Rossi nella dichiarazione ufficiale sul sito del team Movistar Yamaha – , perché è questo il circuito sul quale proviamo”. “Lo abbiamo scelto – aggiunge – perché in passato qui abbiamo sofferto molto con le Yamaha”.

Quanto all’inizio del weekend di Aragon, secondo il Campione di Tavullia ci sono tutte le premesse per un round tutto da giocare. “Non è andata così male, perché abbiamo potuto iniziare con un buon setting di base e in queste prove sia io che Jorge ci siamo dimostrati molto forti, ma Jorge è stato un po’ più veloce, per cui dobbiamo continuare a lavorare e cercare di migliorare almeno un po’ su alcuni aspetti”.

“Detto questo – prosegue Valentino – la scelta delle gomme per la gara sarà molto importante. Si può optare per quella media o quella dura, adesso è ancora troppo presto per dirlo. Domani dovremo migliorare il setting e fare la scelta giusta per le gomme. Abbiamo provato quella più morbida alla fine della sessione, ma il nostro principale rivale non l’ha fatto. Se invece lo avesse fatto, sarebbero stati al nostro stesso livello, ma l’importante è che riusciamo a sfidarli domenica, perché di solito qui sono un po’ più forti”.

Insomma, con qualche aggiustamento tecnico il sogno nel cassetto del Pesarese si può realizzare. “Dobbiamo lavorare sul sistema di frenata, dobbiano spingere in curva e al tempo stesso mantenere una buona agilità”, conclude Valentino.

 

La parola al team director

A certificare la bontà della partenza dei due piloti ufficiali della Yamaha è anche il team director Massimo Meregalli: “E’ stato davvero un buon inizio di weekend – ha dichiarato sempre sul sito ufficiale della Casa dei tre diapason – e siamo molto soddisfatti”.

Il tecnico conferma che il risultato di oggi premia il lavoro “estivo” sul circuito spagnolo. “E’ stata una buona decisione scolgere i test ad Aragon tre settimane fa, perché abbiamo tratto beneficio dai dati precedentemente raccolti e siamo riusciti a cominciare le prime sessioni di prove libere con un buon setup di base”.

Quanto ai “suoi” piloti, secondo Meregalli hanno fatto entrambi un ottimo lavoro. “Jorge stamattina ha fatto registrare tempi straordinariamente veloci, ed è stato l’unico pilota a registrate un 1’47 nel pomeriggio”, spiega, aggiungendo che “anche Vale ha messo a segno ottimi tempi, a ha mostrato di avere il passo”. Insomma, “siamo riusciti a provare entrambe le opzioni per le gomme e il fatto di aver concluso il primo giorno al vertice delle sessioni è un segno molto positivo”.

“C’è ancora un certo margine di miglioramento – conclude Meregalli – per cui perfezioneremo il setting per la terza sessione, in modo da essere pronti per l’appuntamento di domani in pista”.