Formula 1, Sebastian Vettel: “Non siamo i favoriti nella corsa al titolo”

Sebastian Vettel a Suzuka
Sebastian Vettel a Suzuka (getty images)

Il tedesco calma l’entusiasmo dei tifosi della Ferrari dopo la splendida vittoria di Singapore di una settimana fa. E’ vero che la pioggia ha impedito di comprendere il vero status di competitività della monoposto, ma Sebastian Vettel nelle prove libere del GP di Suzuka non va oltre il 5° posto. Davanti ci sono non solo le Mercedes ma anche entrambe le Red Bull. Pur vero che solo domani dopo le qualifiche si potranno tracciare i primi bilanci.

Il pilota tedesco ha cercato di migliorare progressivamente il feeling sul bagnato, ma restano due secondi di ritardo da Daniil Kvyat, autore di una coraggiosa prestazione. Da sottolineare l’impegno e la costanza del pilota della Ferrari, tra i più attivi della seconda sessione con 19 giri effettuati.

“In queste condizioni io credo che sia il pilota che deve decidere se continuare a girare per capire le gomme e le condizioni della pista – ha detto Vettel al termine delle prove libere, come riporta Motorsport.com -. In certi momenti ha piovuto davvero forte, specialmente alla fine, ma io sono rimasto in pista perché volevo trovare il ritmo, anche se è difficile fare un confronto, perché in quel momento le condizioni erano peggiori. Dunque, non è stata la giornata migliore per trarre delle conclusioni” ha detto il quattro volte campione del mondo di Formula 1.

Dopo i facili entusiasmi di Singapore si ritorna con le ruote per terra e Vettel ribadisce che parlare di vittoria del titolo iridato è assai prematuro: “Non possiamo fare nessuna promessa, se non quella di mettercela tutta per sfruttare le opportunità che si presenteranno ogni domenica, poi vedremo come sarà andata. Comunque non siamo i favoriti nella corsa al titolo – ha confessato Vettel – e neppure alla vigilia di questo weekend. Dobbiamo mantenere i piedi per terra”.

La Mercedes di Lewis Hamilton resta la grande favorita e su questo sembra non ci possa piovere… “E’ meglio essere più vicino a lui, ma c’è ancora questo grande divario – ha aggiunto Sebastian Vettel -. Ogni Domenica è una nuova opportunità. Ma penso che sarebbe sbagliato pensare al titolo mondiale. Sappiamo che c’è molto da fare, sappiamo che possiamo essere migliori. Però sappiamo anche che non cambia nulla in breve tempo. Non ci resta che fare del nostro meglio e vedere dove possiamo arrivare”.