MotoGP Aragon, Jorge Lorenzo: “Devo finire davanti a Valentino”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (getty images)

Per non perdere il treno verso il titolo iridato Jorge Lorenzo dovrà vincere il prossimo Gran Premio di Aragon o, quantomeno, tagliare il traguardo prima del suo compagno di squadra Valentino Rossi. Con cinque gare al termine e 23 punti di differenza in classifica il pilota spagnolo della Yamaha non può permettersi altri errori dopo quello di Misano, ma la stessa regola vale per il pesarese.

Sulla pista asciutta Jorge ha dimostrato in più occasioni di avere una marcia in più su tutti gli avversari, ma sul bagnato rallenta o cade. Quindi il meteo giocherà un ruolo fondamentale per l’assegnazione di questo Mondiale di MotoGP che sta regalando continui colpi di scena ed emozioni.

“Per me Aragon è una gara molto importante perché, a seconda del risultato, può essere più possibile o molto più difficile vincere il titolo mondiale”, ha detto Lorenzo. “Quindi, in questa gara è molto importante finire davanti a Valentino e poi arriveremo alle gare fuori dall’Europa, che sono sempre molto importanti, e ho sempre l’impressione che un sacco di cose possono accadere lì. Non so perché, ma ho questa impressione”.

Meglio quindi approfittare del fattore campo di Aragon prima di volare Oltreoceano, verso i circuiti di Motegi, Sepang e Phillip Island. “La differenza sarà nelle tre gare fuori Europa perché si ha una sensazione diversa, si deve organizzare tutto il viaggio e cercare di organizzare la tua vita per essere pronti e rilassati nel momento in cui si deve andare sulla moto. E soprattutto capitano in tre settimane di fila – ha ricordato Jorge Lorenzo -, il che significa che sarà sicuramente il momento più importante del campionato. Anche perché in tre gare di fila è necessario gestire lo stress al meglio”.

Ma per vincere il Mondiale sarà fondamentale compiere un passo alla volta, senza fretta nè errori: adesso si corre in Spagna e l’obiettivo è vincere. Poi si penserà al resto. E l’incognita meteo regnerà sovrana da qui a Valencia… “L’inverno si avvicina, quindi la probabilità di pioggia è ovviamente più elevata. Che non possiamo controllare, ma speriamo e ci aspettiamo che non piova qui. Se ciò accade, possiamo ottenere un risultato migliore rispetto alle ultime due gare”.