Ferrari F1, Kimi Raikkonen: “L’obiettivo è vincere, altrimenti non sarei qui”

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (Getty Images)

A una settimana di distanza dal doppio podio Ferrari al GP di Singapore Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen sono fiduciosi di poter ottenere un altro buon risultato anche a Suzuka. Immaginare una Mercedes nuovamente deludente è difficile, ma la monoposto di Maranello ha dimostrato di aver fatto un ulteriore passo avanti che adesso attende una conferma.

In questo Mondiale 2015 il pilota finlandese è salito solo due volte sul podio, in Bahrain e Singapore. Una vittoria ripagherebbe la fiducia del team di Maranello, che ha deciso di confermarlo anche per il prossimo anno, e sarebbe una bella soddisfazione personale. In Giappone Iceman è molto amato dai tifosi come pochi altri piloti, quindi le motivazioni per fare bene sono al top e l’obiettivo è di cercare di portare a casa una vittoria.

“Qui siamo in un posto diverso e ovviamente le condizioni saranno differenti – ha spiegato il pilota della Ferrari sul sito ufficiale della casa -; rispetto ad oggi, nei prossimi giorni, il tempo dovrebbe cambiare in meglio, ma chi lo sa … Ovviamente speriamo di essere ben messi, anche se adesso è impossibile saperlo e non ha senso tirare a indovinare cosa accadrà. Il nostro obiettivo è sempre quello di vincere, altrimenti non sarei qui”.

Per Kimi il 2015 è stato un anno a dir poco sfortunato, dove non sempre è riuscito a dimostrare il suo valore, soprattutto nella parte iniziale del campionato: “Questo non è stato un anno ideale per me, ma fino alla fine dobbiamo cercare di ottenere il risultato che vogliamo. Faremo del nostro meglio perché succeda già quest’anno, altrimenti ci riproveremo il prossimo. Speriamo di avere entrambi una buona seconda parte di campionato: io non sono in lotta per il titolo, ma correrò per la Ferrari fino all’ultimo weekend della stagione. Abbiamo intenzione di fare del nostro meglio  – ha concluso Kimi Raikkonen – e speriamo di essere fra i migliori”.