Apple Car: l’auto elettrica della casa di Cupertino in arrivo nel 2019

Apple logo
(getty images=

Strano ma vero, anche la Apple sta progettando la sua auto elettrica, che da un’indiscrezione del ‘Wall Street Journal’ dovrebbe vedere la luce nel 2019, ma non specifica se si darà il via alla produzione o se per quel tempo vedremmo le Apple Car girovagare per le strade americane.

La Apple ha denominato il progetto “Titan” e per il momento coinvolge circa 600 addetti, tra ingegneri, ricercatori e sviluppatori, ma se il progetto si svilupperà come spera la casa di Cupertino, il numero degli addetti tenderà a triplicarsi.

Da fonti attendibili e vicino ai vertici Apple sembrerebbe che l’autoelettrica della mela non somigli come progetto alla Google Car, che si guida da sola e momentaneamente è in fase di test. La Apple Car, a detta della casa, avrà l’obbiettivo di rivoluzionare, in un modo che non ci aspettiamo, il mercato crescente delle auto elettriche.

Per dar maggior peso al progetto Titan, l’azienda ha iniziato ad assumere personaggi ad alto profilo professionale, come Doug Betts, ex responsabile qualità di Fiat-Chrysler, e il ricercatore Paul Furgale, che da anni è impegnato in progettazioni di veicoli tecnologicamente autonomi.

Nonostante una certa sofferenza del mercato dell’auto nel segmento elettrico, l’arrivo anche di Apple, pronta ad intaccarne una fetta, potrà spingere altri costruttori ad entrare nella partita, oltre alle già presenti, Tesla, Daimler e BMW, e proprio con quest’ultima potrebbe nascere una partership con Apple per garantirsi prospettive di crescita maggiori, sfruttando l’esperienza, acquisita nel tempo, della casa bavarese… ma per il momento niente di ufficiale.

Da uno studio redatto dalla società americana di consulenza Frost & Sullivan, si prevede nel breve periodo un aumento del 65% delle immatricolazioni totali dei veicoli elettrici, che alla fine del 2015 dovrebbe attestarsi intorno alle 466 mila unità immatricolate.

Altri rumors da parte di The Guardian vociferano che la Apple abbia già iniziato la ricerca di strutture dove testare i propri prototipi. Bisognerà solo attendere la conferma ufficiale di Apple sulla trasformazione da semplice progetto a business vero e proprio, ma sicuramente non si farà attendere.