Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde: berlina da record più veloce di una Lamborghini!

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia (getty images)

E’ L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde la più veloce al Nurburgring tra le berline sportive e Coupé. Si vociferava dell’impresa già da qualche tempo, ma a confermarlo ci ha pensato il CEO di Alfa Romeo, Harald J. Wester, nel corso della conferenza stampa di presentazione della Giulia, al Salone di Francoforte.

Con questa performance sul giro del leggendario “Inferno verde”, con i suoi 20,832 km di asfalto, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde ha confermato il suo DNA sportivo percorrendo il tracciato lungo in soli 7 minuti e 39 secondi, che è lo stesso tempo che nel 2007 ha fatto registrare la Ferrari 430 Scuderia.

 

Nordschleife, l’anello tedesco

Il Nordschleife, in tedesco Anello Nord, fa parte del circuito del Nurburgring, ed è la pista più famosa al mondo. E’ lunga 20 chilometri e 832 metri, ha 73 curve di cui 40 a destra e 33 a sinistra, ha ospitato Gran Premi di Formula 1 e Motomondiale e adesso è la pista per eccellenza dove testare e mettere a punto le sportive dei vari costruttori, regalandoci ogni tanto eventi e numeri come quelli raggiunti dalla “Giulia”, che con i suoi 7,39 minuti per percorrere il circuito ha sbaragliato le dirette concorrenti, distaccando di ben 13 secondi la BMW M4 Coupé e di 19 secondi l’Audi RS4, ma non contenta di questo è arrivata al traguardo un secondo prima della Murcielago LP640 strappandogli il primato sul giro tra le supercar stradali.

La prova concreta è arrivata dal filmato d’accompagnamento fatto vedere alla presentazione dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, che attesta il tempo sul giro con la classifica dei tempi conseguiti con le varie supercar, ma non è il record assoluto conquistato al Nordschleife, che è detenuto dalla sportiva inglese Radical SR8LM, con il suo inavvicinabile tempo di 6’48 secondi.

Come riportato dall’Ansa, il CEO di Alfa ha commentato così il record conseguito dalla Giulia: “Sul mitico asfalto della pista del Nurburgring, la nuova Giulia ha stabilito il record della sua categoria, un gruppo che comprende le versioni sportive più celebrate delle berline europee ad alte prestazioni. Giulia ha stabilito il tempo più veloce di sempre per una berlina”.

 

Elettronica: collaborazione con Magneti Marelli

Ma non è merito solo di Alfa Romeo se la Giulia Quadrifoglio Verde ha doti stradistiche d’eccellenza, perché oltre il potente motore V6 biturbo 3.0 litri da 510 CV che permette una velocità massima di 307 km/h e un’accelerazione di 3,9 secondi per lo 0/100 (dati dichiarati), la Giulia monta sistemi sofisticatissimi e all’avanguardia riguardo la tenuta di strada e la trazione, e non solo, sviluppati in collaborazione con “Magneti Marelli”.

I sistemi realizzati da Magneti Marelli specificatamente per l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, comprendono anche infotainment, illuminazione oltre a componenti meccaniche. Uno dei componenti più importanti è senz’altro la centralina elettronica CDC (Chassis Domain Control) che ottimizza handling e prestazioni, che adatta dinamicamente e in tempo reale l’assetto della vettura, coordinando il sistema ‘Alfa DNA, ‘ il ‘Torque Vectoring’, ‘Aero Splitter’ e l’Active Damping Control’ oltre che ai sistemi classici ESP, ABS ecc.

Le componenti meccaniche sviluppate da Magneti Marelli sono la farfalla motorizzata e il collettore di aspirazione, oltre ad alcune parti di sospensioni e scarico. I proiettori sono realizzati con tecnologia Xenon e AFS, che hanno una capacità d’illuminazione superiore del 200% rispetto ai normali proiettori alogeni. Oltre al sistema di infotainment è stato sviluppato il navigatore Connect 3D Nav con display TFT da 8,8 pollici.