MotoGP, Christian Sarron: “Valentino Rossi meriterebbe il titolo mondiale”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

L’ex campione del mondo francese Christian Sarron è stato, durante gli indimenticabili anni ’90, l’unico pilota europeo a misurarsi con i Grandi americani e australiani che all’epoca dominavano la classe 500 cc.

Campione del mondo 1984 nella 250 cc con la Yamaha, Sarron si è ritirato dalle competizioni ventt’anni fa, ma continua a militare nel mondo del motociclismo sportivo come commentatore della MotoGP per Eurosport ed è tuttora uno dei rider più amati e rispettati dai fan, non solo per lo straprdinario coraggio di cui ha dato prova in pista, ma anche per le sue doti umane.

 

Verso il gran finale

Ripercorrendo la sua lunga e brillante carriera professionale con MotoGP.com, Christian Sarron dice di sentirsi “molto orgoglioso e fortuanto di aver potuto gareggiare con piloti del calibro di Freddie Spencer, Eddie Lawson, Kevin Schwantz, Wayne Rainey e Wayne Gardner, tra gli altri. Per me erano dei grandi. Ho imparato molto da ognuno di loro e, di conseguenza, il mio stile di guida è completamente cambiato. Non avevo un manager o un coach, per cui dovevo imparare da solo”.

“Conquistare la vittoria alla terza gara dell’anno e arrivare terzo alla fine del campionato era davvero un grande successo”, continua l’ex campione, sottolineando che nonostante tutte le difficoltà del caso “affrontavo la stagione con spirito positivo e le cose partivano con il piede giusto”.

Va da sé che oggi lo scenario è radicalmente mutato. Il campionato 2015 della MotoGP è dominato da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, due campioni che, oltre a vantare un’eccellente preparazione atletica, possono contare sul supporto tecnico di un team che li assiste 24 ore su 24. E lo stesso vale per Johann Zarco, il giovane che si appresta a consegnare alla Francia il primo titolo mondiale della classe Moto2 dopo 15 anni.

Proprio a proposito di Zarco, Sarron si dice “molto colpito dal modo in cui ha corso. Ha dato prova di grande determinazione dal punto di vista psicologico, e tecnicamente è molto in sintonia con la sua moto. Non ha commesso neppure un errore”. “Finora è stata una stagione perfetta – prosegue – quindi spero che possa conquistare il titolo ad Aragon. Penso che abbia una grande opportunità, e sarebbe un onore per me assistere a un evento del genere e commentarlo”.

Quanto alla battaglia tra Rossi e Lorenzo, “devo ammettere che entrambi mi hanno molto colpito – assicura il veterano francese – . Dopo tutti questi anni e i titoli che ha vinto, Valentino ha ancora un’enorme forza di volontà. La determinazione a cambiare il suo stile di guida e l’incredibile miglioramento di cui ha dato prova nelle ultime due stagioni è sorprendente. Ha lavorato davvero molto. Se vincerà il campionato, sarà un successo meritato”.

Ma anche il maiorchino ha fatto grandi passi avanti. “Il modo in cui ha vinto quattro gare consecutive, specialmente al Mugello davanti ai fan di Rossi, è stato fantastico – rimarca Sarron – . Ha sfiorato la perfezione. La sua efficienza in pista mi hanno enormemente colpito, e sarebbe un peccato se mancasse il titolo per i problemi avuti con il casco all’inizio della stagione”. “Anche se al momento Valentino Rossi è in vantaggio – conclude – la stagione non è finita. Credo che la battaglia del campionato riserverà un finale davvero spettacolare”.