Michael Schumacher, progressi lenti e miracolo difficile: adesso pesa 45 kg

Michael Schumacher
Michael Schumacher (Getty Images)

Le condizioni di salute di Michael Schumacher non stanno affatto migliorando come ci si aspettava e il miracolo di vederlo camminare ed essere autonomo come un tempo sembra lontano dal realizzarsi. Il quotidiano britannico Daily Express, citando una fonte vicina alla famiglia, rivela che l’ex pilota pesa 45 chilogrammi e che “i progressi sono dolorosamente lenti e non si intravedono miracoli all’orizzonte”.

Un quadro pessimistico per il futuro del tedesco, vittima di un terribile caduta sulla pista sciistica di Maribel (Francia) il 29 dicembre 2013. Nei mesi scorsi si erano diffuse voci di ottimismo, invece, ma più che altro si trattava della speranza di rivedere in buone condizioni un mito come Michael Schumacher. Uno che non hai mai mollato di fronte a nessuna difficoltà, che ha sempre lottato senza mai arrendersi, che ha accettato sfide difficili nel corso della carriera e che ora si trova in convalescenza nella sua casa di Gland, in Svizzera, seguito da un’equipe di 15 professionisti coordinata dal professor Richard Frackowiak.

Il Daily Express riporta che il sette volte campione del mondo “è ancora incapace di parlare e di camminare e ha una coscienza molto limitata dell`ambiente che lo circonda”. Secondo il dottor Francois Payen, che ha avuto in cura il tedesco nell’ospedale di Grenoble, serviranno almeno tre anni per vedere qualche miglioramento. E’ necessario dunque avere pazienza, ma per la famiglia non è facile vedere Micheal Schumacher ridotto in quelle condizioni. Comunque non i familiari non si arrendono e fino a quando sarà possibile faranno di tutto per riportare il loro caro ad una vita serena.