Chris Horner: “Motori Ferrari sulla Red Bull o la F1 avrà un problema”

Chris Horner
Chris Horner (Getty Images)

Il futuro della Red Bull in Formula1 è ancora incerto. Dopo l’addio praticamente definito alla fornitura di motori da parte della Renault dopo che la casa francese è stata aspramente criticata per non essere stata in grado di costruire una power unit all’altezza di quelle montate sulle monoposto degli attuali top team, per la scuderia di Milton Keynes c’è un’unica possibilità di proseguire in F1: montare i propulsori turbo Ferrari. La prima scelta era la Mercedes, che però ha rifiutato l’ipotesi e pertanto ora al team anglo-austriaco non rimane che strappare un accordo più favorevole possibile a Sergio Marchionne.

 

Chris Horner parla del futuro della Red Bull

Chris Horner, team principal della Red Bull, è stato molto chiaro nel parlare del futuro spiegando che con la Renault il divorzio non è ancora ufficiale, ma che si sta trattando: “Vogliamo un divorzio amichevole – ha detto a Sky Sports UK – ma ancora nulla è confermato”. Per quanto riguarda il 2016 è esplicito: “Probabilmente o Ferrari o niente. È davvero semplice, o un motore Ferrari o niente. Mercedes non ci darà i suoi e non c’è un’altra opzione”.

Il dirigente britannico ha chiarito anche come sono andate le cose con la Mercedes e la successiva virata sulla Ferrari: “Noi abbiamo chiesto ufficialmente i motori al Gp di Gran Bretagna e loro hanno affermato non li forniranno alla Red Bull. Peccato, era la nostra prima opzione – dichiara a Sky Sports Germani -. Ferrari ha una grande storia nel fornire ottimi motori clienti e i loro motori sembrano sicuramente forti al momento. Quindi, se troveremo un accordo con Renault, questa sarebbe la nostra priorità.”

Bisogna fare in fretta però. C’è da progettare la monoposto del 2016 e non si può tardare eccessivamente la decisione in merito alla fornitura del motore: “I tempi stanno diventando molto stretti, ma ce è ancora del margine. Siamo nella seconda metà di settembre adesso e per la fine del mese dobbiamo arrivare a una conclusione”. Il prossimo campionato partirà ad aprile 2016.

La Ferrari vuole trovare un’intesa con la Red Bull, ma non è affatto scontata visto che la scuderia di Milton Keynes vorrebbe i motori aggiornati mentre Sergio Marchionne vorrebbe fornire dei propulsori che non siano esattamente gli stessi del team ufficiale. Chris Horner si è così espresso sulla possibilità che salti l’accordo: “Avremmo un grosso, grosso problema perché di fatto siamo un team senza un motore”. Si è rivolto pure ai vertici della Formula1 nel parlare della questione: “Spetta loro trovare una soluzione o rischiare di perdere non solo la Red Bull ma anche la Toro Rosso. C’è una possibilità, quando sia grande non dipende da noi, dipende dagli altri. Se la Ferrari può fornirci i motori allora non ci sarà nessun problema, se non possono avremo un grosso problema”