MotoGP, Giacomo Agostini: “Valentino Rossi può gestire il gap su Jorge Lorenzo”

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)

Tra meno di una settimana il Mondiale MotoGP 2015 sbarca ad Aragon, dove Jorge Lorenzo e Marc Marquez potranno contare sul sostegno dei propri tifosi. Sarà una sfida molto tesa dal momento che alla fine della stagione mancano cinque gare e tra Valentino Rossi e il suo compagno di team c’è un gap di 23 punti. Per il maiorchino sarà fondamentale terminare il GP davanti al pesarese e probabilmente giocarsi la zampata vincente nell’ultima gara a Valencia.

Dall’alto della sua esperienza il nove volte campione del mondo saprà amministrare al meglio questo piccolo vantaggio, ma sarà necessario mirare al podio in ogni week-end di gara, magari con una vittoria, per incoronare il sogno del decimo titolo. Per il pluricampione Giacomo Agostini il Dottore resta il favorito e il Mondiale è quasi nelle sue mani…

Valentino è un professionista. Gara dopo gara la tensione crescerà e lui sa come gestirla – ha assicurato Ago in un’intervista a Cycleworld -. Lui ha l’esperienza per fare la differenza e può gestire il gap su Lorenzo. Questo vantaggio per Valentino significa molto. Nelle corse, tutto può succedere, ma penso che il titolo si deciderà all’ultima gara”.

Jorge Lorenzo ha dimostrato in più occasioni di saper essere il più veloce sull’asciutto, ma sul bagnato Valentino Rossi ha una marcia in più e sa gestire meglio la pressione psicologica: “Lorenzo è un grande campione – ha proseguito Giacomo Agostini -. Forse da un punto di vista psicologico è un po’ più fragile ed emotivo”. E tra i due ‘litiganti’ non si può dimenticare Marc Marquez, intenzionato a vincere le restanti gare nonostante tutto: “Lui è aggressivo e ha fame di vincere. Attacca sempre. E’ giovane. Considerando la sua età credo che sia giusto che si comporti in questo modo invece di essere conservatore”.

Ma quando viene chiesto chi è il pilota più grande di tutti i tempi Giacomo Agostini risponde così: “Ogni epoca ha il suo eroe. Ho un paio di record: 311 vittorie in totale, 18 Campionati Italiani, 123 GP vittorie e 15 titoli mondiali. Valentino è molto vicino a me con 112 vittorie GP. Egli può battere questo record. A tutti piace essere il numero 1, quindi non posso dire che sarei felice se lui mi eguaglia. Ma se un pilota deve prendere il mio record preferisco che sia un ottimo pilota come Valentino. Chi è il più grande? Che eccita la folla oggi? Rossi, non io… Ma se si guardano le statistiche, ho più titoli e più vittorie. Così, per il momento, sono io!”.