MotoGP, Carlos Checa: “Valentino Rossi è il favorito in questo momento”

Carlos Checa (Getty Images)
Carlos Checa (Getty Images)

 

Se Valentino Rossi passerà alla storia come il veterano della MotoGP, Carlos Checa rappresenta in qualche modo il suo alter ego nel mondo della Superbike, avendo vinto il titolo iridato in quella categoria a 39 anni suonati.

L’ex campione del mondo spagnolo ha poi deciso di ritirarsi dalle competizioni (almeno in veste di pilota), ma va da sé che continua a seguire da vicino gli eventi pià importanti del motociclismo sportivo. E in occasione dell’arrivo del campionato Superbike nel circuito di Jerez, ha deciso di raccontare a El Dia de Cordoba ricordi e aneddoti su quella che è la sua pista preferita.

 

Da Campione a Campione

Carlos Checa non ha dubbi che quello di Jerez sia un circuito speciale. “C’è sempre motivazione in più che ti fa dare il meglio di te stesso in pista”, racconta, e il merito è soprattuo di “un pubblico eccezionale e apassionato”.

“In generale – osserva – , quando si guarda indietro, si pensa sempre a quello che on hai saputo vincere, o a quello che sono riusciti a rubarti, ma dobbiamo vedere le cose da un altro punto di vista e quello che vedo è che il mio sogno di correre in moto, che avevo sin da piccolo, si è ampiamente realizzato”.

Oggi la scena del Motomondiale è dominata dai tre protagonisti principali della MotoGP: Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Chi è il migliore? Sono “tre piloti di grande talento”, premette Checa, e “non saprei sceglierne uno in particolare”. Detto questo, “Lorenzo è un pilota innato, con un ottimo passo in curva”, ma “anche Marquez ha un enorme talento, è molto coraggioso”.

Quanto ai “pronostici” sul vincitore della Coppa del Mondo, secondo Checa “Rossi è il pilota più esperto, forse il più intelligente in questo momento. Mentalmente, Valentino sa gestire meglio le situazioni. Lorenzo rimane uno dei piloti più veloci. E Valentino, senza essere il più veloce, è stato il più abile a sfruttare al meglio ogni gara e ogni situazione”.

“Penso che tutto stia volgendo a favore di Rossi quest’anno – sottolinea – e che sia lui il favorito in questo momento”.

Quanto a lui, ora che gli impegni professionali sono meno fitti e pressanti, ha molto più tempo per dedicarsi agli “svaghi”. “Mi piace molto leggere e di tanto in tanto vado al cinema, ma non quanto vorrei – confida Checa – . Mi piace fare un sacco di sport e vorrei anche dei bambini, ma più avanti…”. Di sicuro il casco al chiodo non lo appenderà mai: “Ho il titolo di ambasciatore della Ducati, ho fatto alcuni test con la sua moto da Superbike e li ripeterò a ottobre a Valencia. Tra di noi c’è un vincolo molro forte”, conclude.