Salone di Francoforte: Volkswagen Golf GTE Sport con motore da rally

Volkswagen Golf GTE Sport
Volkswagen Golf GTE Sport (Getty Images)

Tra le automobili più interessanti presenti presso il Salone di Francoforte c’è sicuramente il concept della Volkswagen Golf GTE Sport, già mostrata in anteprima al pubblico al Worthersee 2015 a maggio e che ora è stata riproposta per il vero e proprio debutto ufficiale.

L’acronimo GTE nel nome sta ad indicare la presenza di un sistema ibrido, nello specifico si tratta dell’ormai noto plug-in. La vettura utilizza sia il gas che le fonti elettriche per sviluppare i 400 Cavalli totali del sistema con 670 Nm di coppia.

Il motore a benzina presente, un 1.6 litri turbo a quattro cilindri derivato dalla Polo R WRC, tre volte vincitrice del World Rally Championship, da solo è in grado di generale 295 CV e 400 Nm di coppia massima. Le due unità di motori elettrici, posti uno per asse, possiedono 113 CV ciascuno (uno con 330 Nm di coppia, l’altro con 270) e sono alimentati da una batteria agli ioni di litio che consentono un’autonomia di 31 miglia.

La Volkswagen Golf GTE Sport è in grado di arrivare da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi e di raggiungere una velocità massima di 280 km/h. Con la modalità ibrida si consumano 2 litri ogni 100 chilometri e si possono percorrere circa 50 km in modalità elettrica.

La concept car abbatte le barriere tradizionali tra veicoli stradali e motorsport. Il suo sistema ibrido progressivo in combinazione con l’alta tecnologia a quattro ruote motrici, un corpo leggero, ottimo carico aerodinamico, ingranaggi di precisione di funzionamento in base alla progettazione dell’attuale Golf GTE, una cabina di guida nuova automobilismo (compresa la visualizzazione della traiettoria) e un concetto di seduta insolita (due monoscocche interne) consentono prestazioni mozzafiato in pista.

Il design della Volkswagen Golf GTE Sport è decisamente sportivo, la carrozzeria è in fibra di carbonio e verniciata in White Club. Le porte si aprono verso l’alto. Anche all’interno ci sono componenti in fibra di carbonio, tra tutte spicca il volante nel quale i comandi del cambio risultano integrati. Da segnalare la netta separazione tra l’area del guidatore e quella del passeggero. I sedili possiedono cinture di sicurezza a cinque punti. E’ presente un display ad alta tecnologia che dà ogni tipo di informazione al pilota, dalla potenza erogata all’intensità della spinta del sistema plug-in (boost elettrico), dalla velocità all’indicazione delle linee guida migliori.

L’auto è dotata di un cambio DSG a 6 marce, posizionato alla destra del guidatore e vicino al quale vi è un pannello di controllo per ulteriori funzioni del veicolo; questi includono un pulsante per l’attivazione di un sistema di spegnimento incendio simile a quello usato in motorsport.