MotoGP, Marc Marquez: “Addio Mondiale, ma voglio vincere queste cinque gare”

Marc Marquez e Valentino Rossi
Marc Marquez e Valentino Rossi (Getty Images)

La vittoria di Misano lascia vive le speranze di titolo iridato per Marc Marquez, almeno fino a quando l’aritmetica non darà la condanna definitiva. In un campionato competitivo come non mai le quattro cadute stagionali pesano come un macigno sul campione in carica e sulla Repsol Honda, i cui tecnici hanno commesso errori forse grossolani ad inizio Mondiale, azzardando un nuovo telaio su una moto quasi perfetta, vincitrice degli ultimi due titolo iridati in MotoGP.

Recuperare 63 punti in cinque gare è un traguardo utopico, salvo eventuali cadute da parte di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che potrebbero riaprire la corsa al titolo. Ad Aragon i due spagnoli partiranno da favoriti, ma il pesarese è sempre in agguato, pronto ad approfittare delle mosse false avversarie e a far leva sulla sua pluridecennale esperienza.

“Il mio obiettivo ora è quello di vincere queste cinque gare”, ha confessato Marquez al sito Speedweek.com. “Ora sono troppo lontano dalla cima. Il gap è troppo grande. Lorenzo ha fatto un errore a Misano, ma è stato il pilota più veloce in pista, soprattutto in condizioni di asciutto. Sul bagnato Valentino è stato più veloce. I miei 63 punti sono troppi per tenere il passo con loro in cinque gare”.

Nelle prossime cinque gare sono in palio ben 125 punti, ma il suo destino è anche nelle mani dei due piloti Yamaha, che giocheranno sul filo del rasoio per contendersi il Mondiale. Marc Marquez non ha nulla da perdere, può azzardare come successo a San Marino, dove ha provato ad anticipare il secondo flag to flag. Una mossa rivelatasi vincente…

“Ho intenzione di spingere al cento per cento e, contemporaneamente, prepararmi per la prossima stagione. Se posso vincere questa gara sarebbe sufficiente per me”, ha concluso il 22enne campione di Cervera. E nel 2016 la sua voglia di riscatto sarà di certo superlativa…!