MotoGP, per Andrea Iannone spalla k.o: “Ma ad Aragon correrò”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

La sfortuna non sembra voler lasciare Andrea Iannone. Il pilota è stato vittima di un nuovo infortunio alla stessa spalla, quella sinistra, già lussata nel corso dei test Ducati del Mugello disputati a metà maggio. Ma questa volta il tutto è avvenuto in maniera alquanto rocambolesca. La Gazzetta dello Sport racconta che l’abruzzese stava si stava semplicemente allenando correndo a piedi, poi è inciampato nell’allungare le mani proprio la spalla sinistra è uscita dalla sua sede.

Il ducatista ha dovuto essere accompagnato in ospedale, dove è stato sottoposto ad una risonanza magnetica che ha evidenziato anche una possibile lesione del tendine. Un problema abbastanza grave, che però non sembra fermarlo in vista del GP di Aragon.

Andrea Iannone ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Ho tanto male, è come se avessi solo un braccio. E a questo punto è ormai certo che a fine stagione dovrò operarmi. Ad Aragon ci sarò, su questo non ci sono dubbi. È una questione d’onore”.

Il pilota italiano non vuole arrendersi nonostante il problema alla spalla, è molto coraggioso da parte sua decidere di correre lo stesso in queste condizioni, speriamo solo che la sua situazione fisica non possa peggiorare effettuando troppi sforzi. Andrea Iannone pensa anche alla classifica, dove occupa la quarta posizione, e non vuole rischiare di perdere terreno sui concorrenti. Quindi stringerà i denti e proverà ad ottenere più punti possibili.

A Misano l’abruzzese è arrivato solo settimo a causa di un ritardo nel cambiare la moto quando le condizioni dell’asfalto erano incerte. E’ comunque riuscito ad arrivare davanti ad Andrea Dovizioso, suo compagno in Ducati, confermando di essere ormai lui il pilota di punta del team di Borgo Panigale. Ad Aragon la spalla potrebbe rendergli tutto più difficile, ma Andrea Iannone darà tutto come sempre. La determinazione non gli manca.