F1, Sebastian Vettel: “Singapore mi piace, la Ferrari attaccherà”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel arriva a Singapore molto ottimista in vista del Gran Premio che si corre domenica sul circuito di Marina Bay. Il tedesco è reduce dal secondo posto di Monza e ha molta voglia di fare bene anche sul tracciato asiatico. La Ferrari si è confermata la seconda forza del campionato di Formula1, ma l’obiettivo è sempre quello di insidiare più da vicino la Mercedes. Il quattro volte campione del mondo ci proverà ancora. E se Lewis Hamilton sembra imbattibile, c’è la possibilità di tentare almeno a lottare con Nico Rosberg, seppur non sia facile.

 

Sebastian Vettel fiducioso per il futuro

Nella conferenza stampa che precede la prima giornata di prove libere del GP Singapore 2015, i piloti sono intervenuti per esprimere le loro sensazioni in vista di questa affascinante corsa che si disputa in notturna. Tra questi c’è anche Sebastian Vettel, che ha mostrato di avere molta fiducia per il week-end: “E’ sempre difficile prevedere cosa accadrà. Negli ultimi due anni, però, qui sono andato bene. Mi piace la pista, una delle più difficili della stagione. Il circuito è unico per diversi motivi, molto dipende dal feeling con la macchina e dalla fiducia ed è questo che fa la differenza qui. Abbiamo un buon pacchetto complessivo e speriamo di poter continuare così”.

Per quanto riguarda il campionato, Sebastian Vettel è terzo nella classifica piloti con 178 punti, 21 in meno rispetto a Nico Rosberg e 74 da Lewis Hamilton. La matematica non lo condanna ancora in chiave titolo, ma è una mission impossibile recuperare tutti quelle lunghezze sull’attuale leader. Più realistico pensare di strappare la seconda piazza. Queste le parole del tedesco: “Il nostro obiettivo per il campionato è attaccare il più possibile, dobbiamo cercare di ottenere tutto quanto è possibile, non trascurare nessuna opportunità – si legge su speedweek.com -. Poi vedremo cosa succederà. Realisticamente Hamilton è in una ottima posizione per vincere il titolo”.

Il pilota della Ferrari è soddisfatto della sua monoposto, ma ovviamente ambisce a vincere: “In linea di massima mi trovo molto bene con la vettura di quest’anno, abbiamo corso su circuiti diversi ma eravamo competitivi più o meno ovunque. Nel complesso siamo stati abbastanza veloci per essere tra i primi cinque, anche se il nostro obiettivo è quello di finire sempre sul podio. Mercedes ha il pacchetto più forte in questo momento e se nulla va storto non c’è molto margine visto che i primi due posti sul podio vanno a loro, ma abbiamo sempre sfruttato al meglio qualsiasi possibilità”.

 

Sebastian Vettel parla del divorzio Red Bull-Renault

Il ferrarista ha avuto modo anche di commentare anche la separazione Red Bull-Renault sancita per il 2016, un binomio che a lui aveva permesso di vincere 4 titoli mondiali e di trionfare in 38 GP. Queste le sue parole: “Io ho vissuto tanti grandi momenti con la Renault, è triste sentire tutto questo, di come ci si dimentichi di quanto vinto. Nell’ultimo anno e mezzo le cose non sono andate bene, ma non si può ignorare quanto fatto prima dalla Renault. Spero che rimanga nello sport, sarebbe una grossa perdita per la Formula1”. Sebastian Vettel difende dunque la Renault, molto criticata dalla squadra anglo-austriaca quest’anno.

La Casa automobilistica francese nell’annunciare il divorzio dalla Red Bull (e dalla Toro Rosso) ha specificato che il futuro non è stato ancora deciso. Ma le soluzioni sono due: o verrà acquisito un team in modo tale da poter tornare in F1 come costruttore oppure ci sarà il doloroso ritiro dalla competizione. Si è parlato più volte del possibile acquisto della Lotus o di altre scuderie, ma ancora non ci sono novità ufficiali.