Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: record di velocità – e non solo – al Nürburgring (VIDEO)

Regina di bellezza ed eleganza, oltre che campionessa di velocità. Dopo aver girato al circuito del Nürburgring (lungo 21 km) in 7 minuti e 39 secondi – 4 in meno del tempo non ufficiale sul quale molti di era discusso qualche settimana fa – , l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ha attirato su di sé i riflettori del Salone di Francoforte 2015, confermandosi come uno dei modelli più interessanti di quest’anno.

 

Un inno alla potenza

Il punto di forza principale, ma non certo l’unico, della Giulia Quadrifoglio è dunque la velocità. La nuova Alfa Romeo tocca i 307 km orari di velocità massima (un record per il suo segmento), raggiungendo i 100 km/h da fermo vengono raggiunti in 3,9 secondi, mentre servono meno di 32 metri per fermare la vettura dai 100 km/h.

Il rapporto peso/potenza è di 2,99 kg per CV con il Competition Package, che permette di contenere il peso entro i 1.530 kg complessivi: la Casa dichiara un peso a vuoto di 1.524 kg con distribuzione 50/50 delle masse tra i due assi.

Il motore – un V6 di 2.9 litri di cilindrata sviluppato in collaborazione con Ferrari, capace di erogare una coppia massima di 600 Nm da 2.000 giri al minuto, con sistema di disattivazione dei cilindri ed emissioni di CO2 pari a 198 g/km – è interamente di alluminio. La potenza massima è stata confermata in 510 CV.

Il propulsore è abbinato alla trazione posteriore con differenziale autobloccante e sistema Torque Vectoring, che ripartisce la coppia sulla singola ruota (i dati non sono ancora completi). Alfa Romeo dovrebbe inoltre prevedere un modello a trazione integrale, e oltre al cambio sei marce dovrebbe proporre un automatico doppia frizione, probabilmente di derivazione Ferrari.

Da segnalare anche lo schema delle sospensioni che, con un multilink posteriore e un inedito doppio braccio oscillante anteriore, rende particolarmente diretta la risposta dello sterzo mantenendo costante l’appoggio del braccio a terra in curva. E se gli ammortizzatori sono controllati elettronicamente, l’Integrated Brake System (IBS) di cui è dotato l’impianto frenante riduce le vibrazioni sul pedale e migliora la risposta interagendo con il sistema di controllo di stabilità.

Anche la dotazione elettronica a supporto del guidatore è di primissimo livello. Con la Giulia Quadrifoglio fa infatti il suo debutto il selettore rotante Alfa DNA Pro, che offre la possibilità di selezionare le modalità di guida combinando i settaggi dell’elettronica di bordo. Il ventaglio di opzioni che influenzano i parametri del motore, del controllo di stabilità, del sistema Active Aero, delle sospensioni attive e del Torque Vectoring comprende le impostazioni “Dynamic”, “Natural”, “Advanced Efficiency” e “Race”. Inoltre, il sistema Chassis Domain Control (CDC) sviluppato in collaborazione con Marelli consente alla vettura di adattarsi in modo dinamico alle condizioni di guida e modificare la risposta dei vari sistemi in base alla modalità di guida selezionata.

All’interno della Giulia Quadrifoglio troviamo un’inedita plancia che integra il display da 8,8 pollici del nuovo sistema infotainment Connect 3D Pro (sempre sviluppato in collaborazione con Magneti Marelli). I comandi possono essere gestiti vocalmente o attraverso la superficie touch del Rotary Pad ed è prevosta l’integrazione con gli smartphone, così da poter accedere anche alla navigazione, all’intrattenimento e alla gestione dei parametri vettura. A proposito di intrattenimento, l’impianto audio è stato studiato dalla Harman Kardon con un sistema dotato di 14 diffusori e sistema Surround 5.1 gestito dal sistema proprietario Logic 7. Tra gli optional vale la pena di menzionare l’impianto frenante carboceramico e i sedili in fibra di carbonio realizzati in collaborazione con Sparco, oltre a tutti i particolari nello stesso materiale che consentono di ridurre al minimo il peso totale con il pacchetto opzionale (tetto, cofano e albero di trasmissione). In generale l’abitacolo dell’Alfa Romeo Giulia è sportivo e ben fatto, con finiture curate in materiali di qualità e plastiche per la maggior parte morbide al tatto (fa eccezione la zona inferiore della plancia): insomma, un involucro molto accogliente, ma anche comodo e spazioso (in particolare per il baule), come a

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio (foto dal web)
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio (foto dal web)

vevamo anticipato tempo fa sempre su Tuttomotoriweb.

Al Salone di Francoforte la vettura è stata presentata nelle tinte Rosso Competizione, Bianco Trofeo, Nero Vulcano, Grigio Vesuvio e Blu Montecarlo con interni in pelle e Alcantara, ma al momento non è dato sapere se queste saranno le uniche opzioni disponibili.

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio potrà essere prenotata online già dai prossimi giorni, mentre le ordinazioni saranno aperte nell’ultimo trimestre del 2015, al prezzo base per il mercato italiano di circa 79.000 (ma è prevista anche una ricchissima Launch Edition full optional da circa 95.000 euro).