Salone di Francoforte: Nissan Gripz concept, la Juke del futuro sarà così?

photo Twitter
photo Twitter

In occasione del Salone di Francoforte (15-27 settembre) la Nissan ha svelato la Gripz Concept, un prototipo di crossover ibrido che per il momento sembra non anticipare una produzione in serie. Potrebbe trattarsi di un esercizio di stile o forse un anticipo dei lineamenti della futura Nissan Juke.

La Nissan Gripz è lunga 4,1 m, alta 1,8 metri, larga 1,5 e con un passo di 2,58, ha un design decisamente compatto e aggressivo, caratterizzato dalla ormai celebre ‘V-Motion’ disegnata dalla mascherina frontale. Balzano all’occhio anche i cerchi da 22 pollici di ispirazione motociclistica e le portiere senza montante, con apertura verticale per le anteriori, controvento per le posteriori (si possono aprire solo dopo quelle davanti).

Ma al Salone di Francoforte 2015 il piatto forte che non può assolutamente mancare è la tecnologia: ad esempio le telecamere inserite nei gruppi ottici anteriori che filmano ciò che avviene all’esterno e lo diffondono sui social network. Mentre sulle restanti componenti tecnologiche non abbiamo ancora dati certi e ufficiali forniti dal brand giapponese.

L’abitacolo della Nissan Gripz è composto da un 2+2 supercompatto, ospita quattro sedili distinti ed ha forme essenziali. La plancia è sottile, con un unico strumento circolare che racchiude tachimetro, contagiri a led e gli indicatori del livello del carburante, della marcia inserita e della carica della batteria.

Il design futuristico è stato realizzato dal Centro Stile inglese del gruppo nipponico, guidato dal geniale Kei Kyu che all’Ansa ha spiegato: ”Esplora visioni future per un crossover supercompatto di indole sportiva. Motivati da una vettura leggendaria come la 240Z, ne abbiamo estratto lo spirito racing. Gli elementi di ispirazione ciclistica sono stati scelti perché la bici rappresenta una connessione diretta tra uomo e macchina di grande impatto emotivo”. Tant’è che anche le maniglie delle portiere sembrano ispirate ai sellini delle bici da corsa.

Per quanto concerne la componentistica elettrica è la stessa utilizzata sulla Nissan Leaf 2016, con un’autonomia di 250 km, gestita da un motore ibrido capace di erogare 109 CV e 254 Nm di coppia. Numeri che sembrano assicurare uno scatto veloce e una velocità di punta di tutto rispetto.