MotoGP, Clara Rossi racconta il “suo” Valentino: “E’ uno che non si accontenta”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Clara Rossi, 18 anni tra due mesi, figlia di secondo letto di Graziano, papà del 9 volte iridato Valentino nazionale, ha avuto sinora un ruolo abbastanza defilato – per lo meno rispetto a quello dell’altro fratellastro del Dottore Luca Marini, che giusto ieri ha dichiarato di avvalersi dei consigli del Campione di casa.

Ora che il Pesarese vede sempre più concretizzarsi l’obiettivo del 10° titolo iridato, però, i riflettori si sono posati anche su di lei. “Studio lingue, canto e viaggio con papà”, dice di sé la giovane Clara alla Gazzetta dello Sport. La moto? No, la mamma ha paura. Con Valentino un buon rapporto, mi piace come non si accontenti”, ma “non mi piacciono solo i suoi capelli”.

 

Una famiglia speciale

Tra i fan di Valentino Rossi assiepati lungo il tracciato di Misano dove si è disputato l’ultimo round del campionato mondiale MotoGP c’era (canotta con il numero 46) anche la sorellastra Clara, nata dalla relazione tra Graziano Rossi (che la definisce “la mia bimba”) e la seconda moglie Lorena. La giovane, reduce da un anno di studio negli Stati Uniti, è da poco giunta 2° al concorso musicale “Gallo d’Oro” a Gallo di Petriano.

Brava a scuola (frequenta il liceo linguistico), molto intraprendente nonostante l’apparente timidezza, Clara Rossi sembra avere molte caratteristiche in comune con il Dottore.

“Da bambina con mia mamma cantavamo ovunque – racconta alla Gazzetta – . Il mio giocattolo preferito era un pianoforte, suonavo e cantavo. Da poco ho cominciato a studiarlo”. Non solo: “Tre anni fa ho deciso di prendere lezioni di canto. Studio alla scuola Pianeta Musica di Davide di Gregorio a Pesaro”.

Di papà Graziano dice che è “normalissimo, come tutti gli altri. Di sicuro non ti annoi mai ad ascoltarlo, ha sempre qualcosa da raccontare che ti incuriosisce”. Le ha tra l’altro insegnato a guidare il kart. “A volte andiamo ancora – racconta Clara Rossi sorridendo – . Però a modo suo, ovvero con dei gran traversi. Ma la mia carriera di pilota si ferma qua”.

Quanto a Valentino, “il nostro è un buon rapporto direi, come può esserlo quello con un fratello parecchio maggiore con il quale non vivi. A volte vado al Ranch a vederlo”. Il Dottore non l’ha mai portata in moto, ma in casa Rossi, si sa, i piloti non mancano: “lo ha fatto Luca, un giorno al Ranch. Andava pianissimo, ma per me era già troppo forte”.

Con quest’ultimo il legame è più forte che con Valentino. “Sì, siamo molto amici – conferma Clara Rossi – . Eravamo compagni a scuola, ci frequentiamo spesso. Il nostro legame va oltre Valentino, quando siamo assieme si parla di tutto ma non di moto”.

Ma alle gare di Valentino partecipa comunque “spesso. “Quando il babbo va a in Europa – puntualizza – se posso mi unisco. Altrimenti a casa, davanti alla tv […] Mi piacciono la sua capacità e la voglia di migliorare sempre e comunque. E poi è simpatico, no?”. A parte quei capelli che “non hanno un verso”.

Insomma, essere la sorella di Valentino è “qualcosa di normale. Non mi ha mai dato problemi…”. Né le performance in pista di cui il Pesarese è stato autore in questa stagione la sorprendono più di tanto: “più che altro ci ha dato conferme”. Chissà se un giorno di questi riuscirà a stupirla…