F1 Mercedes, Lewis Hamilton: “Voglio il tris a Singapore”. Nico Rosberg: “Attaccherò”

Lewis Hamilton e Nico Rosberg
Lewis Hamilton e Nico Rosberg (Getty Images)

In casa Mercedes sembra essere svanita la possibilità che i due piloti arrivino, come l’anno scorso, a giocarsi il titolo mondiale di Formula1 all’ultima gara. Lewis Hamilton dopo il Gran Premio di Monza è arrivato a possedere ben 53 punti di vantaggio su Nico Rosberg, vittima di un ritiro provocato dal motore, e viaggia spedito verso la conquista della sua terza affermazione iridata in carriera. Al termine del campionato mancano sette gare e dunque n0n bisogna dare nulla per scontato, ma quest’anno l’inglese ci sembra più forte che mai e praticamente imbattibile, se non in condizioni particolari che possono verificarsi in alcune gare. Il favorito d’obbligo è lui, poi vedremo se il figlio d’arte saprà riaprire i giochi o meno.

 

Lewis Hamilton molto ottimista per il GP Singapore 2015

La F1 torna in pista in questo week-end per il GP di Singapore, una gara che si preannuncia interessante. Il sito ufficiale della Mercedes ha riportato le parole di Lewis Hamilton in vista di questo appuntamento: “Monza è stato un fine settimana fantastico per me. Uno dei migliori che abbia mai avuto in Formula Uno. La vettura che questa squadra ha costruito è semplicemente incredibile e non posso ringraziarli abbastanza per tutto il loro duro lavoro. Certo, è stato un peccato per Nico ed il team a causa del ritiro, ma so che lui si riscatterà e non vedo l’ora di fare un’altra battaglia a Singapore.

Il britannico sottolinea l’importante della gara di Marina Bay, dove ha vinto due volte salendo complessivamente in tre occasioni sul podio e realizzando tre pole position: “Questa gara è sempre un punto culminante della stagione. Una grande città che sembra davvero spettacolare sotto il luci con il circuito cittadino sotto, il mio genere preferito di pista in cui guidare. Devi rimanere concentrato al 100% per ben due ore, che è più difficile di quanto non sembri con l’umidità pazzesca. Basta un piccolo slittamento e siete sulla barriera. Avere la concentrazione totale è di fondamentale importanza. Lì ho vinto qui due volte ed entrambe partendo dalla pole, che mostra quanto sia importante la qualificazione. Non sarà facile vincere la terza corsa qui, ma io corro sulla cresta dell’onda in questo momento e io spingerò per realizzare questa tripletta”.

 

Nico Rosberg cerca il riscatto e promette battaglia

Il tedesco arriva a questo appuntamento con un morale differente da quello del compagno a causa dell’accumulo di svantaggio nella classifica mondiale, recuperare 53 lunghezze ad un campione come Lewis Hamilton è una mission impossible. Lui comunque ha l’obbligo di provarci e promette battaglia: “Ovviamente Monza non è andata secondo i piani – si legge su mercedesamgf1.com -. E’ stato un peccato rinunciare ad un buon risultato così a pochi giri dalla fine, ma ora mi avvicino le ultime sette gare con l’atteggiamento di chi non ha niente da perdere. Andrò all’attacco. Singapore è una delle mie gare preferite, quindi questo è un buon punto di partenza”.

Nico Rosberg è pronto a lottare e farà di tutto per vincere la corsa, anche se le complicazioni non mancano: “Sarà dura per tutti, fisicamente e mentalmente, e mi piace la sfida. Avevo solo pochi millesimi dalla pole l’anno scorso e mi sentivo bene per la gara fino a quando un problema con il volante è concluso il mio fine settimana. So che ho avuto il passo per vincere lì, quindi spero in un week-end pulito e con la possibilità di scatenare questa bestia d’argento sotto la luci”.