MotoGP San Marino, Danilo Petrucci: “Potevo fare meglio, mi godo il 6° posto”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (getty images)

Al termine di una gara al cardiopalma, caratterizzata da un doppio flag to flag che ha mescolato e rimescolato le carte in tavola, Danilo Petrucci chiude il GP di San Marino 2015 con un ottimo sesto posto, giunto dopo l’indimenticabile podio di Silverstone. Il pilota umbro consolida l’ottava piazza in classifica iridata, che nelle prossime cinque gare dovrà difendere dagli attacchi di Pol Espargaro e Cal Crutchlow.

Dopo il primo cambio moto Petrux era con il gruppo di testa a lottare per le posizioni che contano, ma poi Marc Marquez ha anticipato tutti e, rientrato in pista dopo il secondo cambio, si è ritrovato a dover lottare per la quinta e sesta posizione con Valentino Rossi. Sfortunata la gara del suo compagno di squadra Yonny Hernandez che è scivolato poco dopo il primo flag to flag chiudendo il week-end a secco di punti.

 

“E’ un gran risultato e per questo sono molto soddisfatto – ha dichiarato Danilo Petrucci -. Il team ha fatto un gran lavoro anche perchè veniamo da due giorni in cui abbiamo incontrato molte difficoltà sul passo gara. Potevo fare meglio? Certo, si può sempre fare meglio. Sarei potuto rientrare prima per cambiare la moto ma in quei momenti, quando sei tra i primi, è difficile poter fare scelte di questo tipo. Per questo non ho nessun rimpianto. Mi godo il sesto posto – ha concluso il pilota del team OCTO Pramac Racing – e la continuità di risultati che sta gratificando il lavoro di tutta la squadra.