Moto3, Enea Bastianini trionfa a Misano: “Credo ancora nel titolo mondiale”

Enea Bastianini sul podio di Misano
Enea Bastianini (getty images)

Il pubblico di Misano accorso in massa per assistere da vicino Valentino Rossi ha potuto festeggiare la fantastica vittoria di Enea Bastianini, la prima della sua carriera che si preannuncia molto interessante. Il 17enne pilota riminese del Gresini Racing Team Moto3 è scattato dalla pole e ha avuto la meglio su Miguel Oliveira e Niccolò Antonelli, regalandosi un’emozione immensa nel GP di casa, davanti a 90.000 tifosi, e riducendo il gap in classifica da Danny Kent a 55 punti.

“È stata l’emozione più grande della mia vita! Dopo averla sfiorata tante volte, conquistare la mia prima vittoria proprio qui a Misano, davanti a tutti questi tifosi, è una cosa fantastica, che mi fa sentire appagato – ha dichiarato Enea Bastianini -. Dedico questo successo alla mia famiglia e al mio team. È una sensazione incredibile e in questo momento devo ancora realizzare bene quello che mi è successo… questa sera festeggeremo, ma non troppo perché domani abbiamo in programma una giornata di test e vogliamo continuare a lavorare sodo per provare a raggiungere Kent. Questa vittoria probabilmente mi renderà anche più tranquillo: mancano cinque gare e credo che il gap su Danny sia ancora recuperabile. Finché la matematica ci dà una possibilità – ha concluso – noi ci crediamo!”.

 

Il podio di Niccolò Antonelli

Sul podio del GP di San Marino è salito anche un altro pilota romagnolo, Niccolò Antonelli, già vincitore a Brno e sul podio di Silverstone. Il 19enne pilota della VR46 Riders Academy sembra migliorare progressivamente il feeling con la sua Honda e lascia ben sperare per il futuro.

“È stata una giornata fantastica e una gara difficile e combattuta. Oggi abbiamo ottenuto il terzo podio consecutivo ed è stato davvero emozionante salire sul terzo gradino davanti al pubblico di casa – ha ammesso Antonelli -. Ovviamente vincere sarebbe stato ancora più bello ma all’ultimo giro ho commesso qualche piccolo errore e non sono riuscito ad ottenere la vittoria. Peccato ma noi ci siamo, siamo veloci e ad Aragon combatteremo ancora per essere lì davanti e provare a ottenere un’altra vittoria”.