Moto2, Luca Marini svela i “consigli” di Valentino Rossi

Luca Marini (Getty Images)
Luca Marini (Getty Images)

 

Misano è la terra di Valentino Rossi e del suo fratellastro Luca Marini. Quest’ultimo, però, che sul circuito dedicato a Marco Simoncelli ha fatto il suo debutto nel Mondiale Moto2, non ha avuto lo stesso successo del Dottore.

Il 18enne, in pista grazie a una wild card 2013, ha chiuso al 21° posto con il team Pons, ma assicura di essere “contento del fine settimana a Misano”.

 

Un modello da seguire

E’ tempo di bilanci per Luca Marini, un giovane che – fatte le debite proporzioni con il Campione di casa Valentino Rossi – si presenta come una promessa del motociclismo sportivo. “Ho imparato molte cose qui – ha detto in un’intervista con SPEEDWEEK.com – . Ora mi sento molto meglio sulla moto e con la squadra”.

Certo, l’appuntamento di Misano non è andato esattamente come lui si aspettava. “La prima metà della gara è andata bene – ricorda Marini – , ma alla fine il pneumatico anteriore ha scombinato i piani. Questo mi è dispiaciuto, perché volevo essere più veloce in gara. Comunque, mi sono divertito perché il pubblico qui a Misano è sempre fantastico, molto emozionante”.

Alla suo debutto nel Mondiale Moto2, Marini ha comunque dato prova di ottime capacità in pista. “Tra il campionato spagnolo e la Coppa del Mondo, c’è una grande differenza – spiega il fratellastro del Dottore – . Nel CEV ci sono solo pochi piloti veloci, in Coppa del Mondo ce ne sono 25 o 30″.

Il suo compagno di squadra Edgar Pons vinto quattro delle sei gare in calendario, e Marini si ripromette di fare ancora meglio. D’altra parte, un modello da seguire lui ce l’ha in casa. “Con Valentino ho poco parlato qui”, dice, ma “di recentemente ci siamo fatti una chiacchierata nell’Hospitality. Mi ha dato qualche consiglio”.