MotoGP, Jorge Lorenzo: “Posso ancora vincere il mondiale, a prescindere da Valentino”

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

 

La pioggia si conferma nemico numero uno per Jorge Lorenzo. Tanto a a Silverstone che a Misano, infatti, il maiorchino della Yamaha aveva tutte le carte in regola per vincere sull’asciutto – e i risultati messi a segno nelle prove di venerdì e sabato ne sono la concreta dimostazione. Invece, il meteo ha scombinato ancora tutti i suoi piani.

 

Non tutto è perduto

Il GP di San Marino doveva confermare la grande rimonta di Jorge Lorenzo, invece si è concluso per lo spagnolo nel peggiore dei modi, con una brutta caduta che lo fa “precipitare” a -23 dal team mate e leader della classifica del campionato 2015 Valentino Rossi. “Nelle ultime due gare siamo stati sfortunati”, dichiara il maiorchino sul sito ufficiale del team, spiegando che per la seconda volta di fila ha dovuto correre sul bagnato e in circostanze “anomale”.

“A Silverstone – prosegue Lorenzo – non avevo feeling e qui non ho avuto il tempo di scaldare bene la gomma, sono entrato in curva con le slick ancora fredde e sono caduto perdendo il posteriore”.

Ma non c’è (ancora) da disperarsi. “Credo che questa sia una stagione sfortunata in generale, soprattutto nelle ultime due gare, perché avrei potuto vincerle entrambe o arrivare secondo, ma le corse sono così”. “Non tutto è perduto – conclude – , se vincessi tutte le prossime gare potrei ancora vincere il mondiale, a prescindere dalla posizione in cui finirebbe Valentino”. A buon intenditor…