F1, Fernando Alonso: “Spero che McLaren confermi Jenson Button”

Fernando Alonso e Jenson Button
Fernando Alonso e Jenson Button (getty images)

Per il campione iridato (2009) Jenson Button è stata una stagione finora da dimenticare, al volante di una McLaren che nonostante l’ottimismo continua ad annaspare. A conferma di ciò Fernando Alonso non può vantarsi di aver fatto molto meglio con la monoposto MP4-30 che necessiterà di profondi cambiamenti in vista del 2016.

Il pilota di Frome ancora non ha rinnovato per la prossima stagione con la scuderia britannica e l’anno scorso ha dovuto attendere fino a dicembre per vedersi confermato al fianco del pilota spagnolo. Nelle prime dodici gare il suo miglior risultato è stato l’8° posto a Moncao, collezionando ben quattro ritiri ‘tecnici’.

La firma tra il driver inglese e la McLaren sembra manchi solo dell’ufficialità e a tal proposito è intervenuto anche Fernando Alonso a sostenere la conferma di Button, con cui afferma di aver svolto un lavoro armonioso in questo Mondiale e di aver piacere di proseguire questo connubio atletico.

“Jenson è stato molto utile per tutta la stagione”, ha detto l’ex pilota Ferrari in un’intervista riportata da ‘Autosport‘ -. “Abbiamo lavorato insieme a stretto contatto per aiutare la squadra… L’esperienza di Jenson è stata molto importante per gli aggiornamenti che abbiamo portato alla macchina, in termini di power unit e aerodinamica. Quindi se Jenson rimane penso che sia una buona cosa per la squadra”.

Sarà Eric Boullier a prendere la decisione finale in sinergia con lo staff tecnico, poichè voci di corridoio spingerebbero per un possibile arrivo di Kevin Magnussen. “Se decidono che hanno bisogno di cambiare qualcosa ci saranno alcuni vantaggi e alcuni svantaggi per la squadra, credo. L’unica cosa che posso dire è che lavorare con Jenson è stato molto, molto produttivo per la squadra e per me stesso, imparando un sacco di cose. Ma saranno i vertici a prendere la decisione migliore per la squadra – ha concluso Fernando Alonso – e spero lo facciano prima di Natale”.