MotoGP, Jorge Lorenzo: “Valentino a +12? Ci sono ancora sei gare”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

A Misano sarà vietato compiere passi falsi per Jorge Lorenzo, dopo il mancato podio di Silverstone, dove la pioggia ha frenato il pilota spagnolo costringendolo ad un timido quarto posto. Quando la leadership era in pugno Valentino Rossi ha dato un’altra prova della sua intramontabile classe imponendosi su un tracciato ‘avversario’, dove la vittoria di Marc Marquez o Jorge Lorenzo era la più pronosticata.

Adesso si arriva a Misano con il vento a favore di Valentino, ma in un campionato imprevedibile ed entusiasmante come questo i conti non possono farsi a priori. Il maiorchino della Yamaha insegue a 12 distanze il suo compagno di team e il Gran Premio di San Marino potrebbe rivelarsi quasi decisivo per le sorti del titolo mondiale 2015. Di certo sarà una gara tesa, sul filo del rasoio, con la consapevolezza che ogni minimo errore può costar davvero molto caro.

“A non è andata come ci aspettavamo a causa delle condizioni meteorologiche – ha detto Jorge Lorenzo in una nota ufficiale sul sito Movistar Yamaha -. Abbiamo provato tutto il possibile per rimanere sul podio, ma purtroppo non siamo riusciti a trovare il passo per stare davanti e alla fine abbiamo avuto alcuni problemi indipendenti dalla nostra volontà, che ci hanno vietato di continuare a lottare fino alla fine. Ora sono concentrato sulla gara di Misano perché è una pista speciale per noi e per la Yamaha – ha aggiunto il pilota spagnolo -. So che Valentino si sente bene perché è il suo Gran Premio di casa, ma in passato sono sempre stato abbastanza veloce e ho conseguito numerose vittorie, e vediamo cosa succede. Il mio compagno di squadra ha un gap di 12 punti in campionato, ma ci sono ancora sei gare – ha concluso Lorenzo – quindi ci sono ancora abbastanza punti in palio. Ho intenzione di spingere al massimo in ogni gara a partire da Misano”.