Hitting the Apex, l’epopea della MotoGP in Italia dal 23 settembre (Video trailer)

photo Twitter
photo Twitter

Hitting the Apex‘ è il lungometraggio realizzato dal regista britannico Mark Neale in co-produzione con Brad Pitt, che ha presentato la pellicola a Silverstone due settimane fa. Il film, uscito in Gran Bretagna lo scorso 2 settembre, arriverà nelle sale cinematografiche il 23-24 settembre, e parla della storia di sei piloti della MotoGP alle prese con i rischi di questo sport: ci sono Valentino Rossi, Dani Pedrosa, Marc Marquez (di cui viene raccontata la fenomenale ascesa), Jorge Lorenzo, ma anche Casey Stoner (negli ultimi mesi prima dell’addio) e Marco Simoncelli, tragico protagonista di quanto avvenuto a Sepang nell’ottobre del 2011.

Un film-documentario che farà venire la pelle d’oca ai grandi appassionati del motociclism, un autentico mix di adrenalina e azione che ripercorre i momenti salienti degli ultimi anni. E del resto c’è la mano di Neale, già regista di Faster (2003), The Doctor, The Tornado And The Kentucky Kid (2006) e Fastest (2011), che ora firma il suo ultimo capolavoro ‘epico’ incentrato sul mondo delle due ruote.

In attesa del grande schermo ‘Hitting the Apex‘ svela le prime battute, alcune scene del lungometraggio che sarà presentato nel week-end di Misano, alla vigilia di una gara che potrebbe rivelarsi decisiva per l’assegnazione del titolo mondiale 2015. E come anticipato da ‘Repubblica’ un ruolo primario è occupato dalla morte del Sic, purtroppo investito involontariamente dal suo amico Valentino Rossi e da Colin Edwards, anch’egli investito da un dramma che non dimenticherà per tutta la vita.

 

La tragedia di Sepang 2011

“Io l’ho toccato, ma ero dietro a Colin (Edwards). L’ho visto solo all’ultimo momento. Doveva scivolare verso l’esterno, com’era naturale, non si può andare all’interno. Non è possibile”, ha raccontato il campione di Tavullia. “A Le Mans, la notte prima della gara gli ho detto: “Marco, dicono che sei troppo aggressivo. Per favore, domani fai attenzione”. Lui: “Sì, capisco. Buona idea””.

Il giorno seguente Simoncelli e Pedrosa finiscono a terra e lo spagnolo deve dire addio alla corsa per il titolo iridato. Tanto che il Sic viene minacciato dai tifosi spagnoli, costretto ad essere sorvegliato da due guardie del corpo. Poi la pole position a Barcellona, il secondo posto in Australia, prima dell’appuntamento con la morte in Malesia.

Un film sicuramente in stile americano, ma che probabilmente tanto piacerà anche al pubblico italiano, dove si riassume l’epopea di uno sport amatissimo e sempre più seguito. “Lo sappiamo che è pericoloso. Se arrivi al 100% stai rischiando la vita – ha spiegato Valentino Rossi -. Ma è in quel momento che, se stai bene, spingi ancora un po’ di più”.

Di seguito il trailer di ‘Hitting the Apex‘.