Ferrari F1, Kimi Raikkonen: “Ho fatto le cose normali, non ho nient’altro da dire”

La Ferrari SF15-T di Kimi Raikkonen
La Ferrari SF15-T di Kimi Raikkonen (getty images)

Una disastrosa partenza ha rovinato il Gran Premio d’Italia di Kimi Raikkonen, dei tifosi Ferrari e dell’intera scuderia di Maranello, anche se il suo quinto posto finale ha quasi dell’incredibile. Il pilota finlandese si è probabilmente confuso con la pulsantiera a bordo della sua SF15-T anche se la verità forse non si saprà mai, con i vertici del Cavallino che scaricano la colpa su Iceman e lui che, come al solito, commenta in maniera glaciale.

“Io ho fatto le cose normali per quanto ne so, poi è entrato l’antistallo e avete visto cosa è successo. È stata una cosa molto negativa. Ho sprecato un’opportunità, poi abbiamo fatto una buona gara, ma non ho molto altro da dire”.

Un vero peccato dal momento che Raikkonen era riuscito a conquistare la prima fila al termine di una perfetta sessione di qualifiche: “Per quanto ho capito, ho fatto la cosa giusta ma, ovviamente, possiamo vedere che c’era un problema con la seconda frizione che non era nella posizione corretta. Sono abbastanza sicuro di aver messo tutto correttamente come sempre, ma non so esattamente. Qualunque cosa fosse, ha innescato l’antistallo e, dopo pochi secondi, ero in ultima posizione”.

Una vera e propria doccia fredda per Kimi che avrebbe potuto lottare per il podio, ma per l’ennesima volta deve fare i conti con la sfortuna e forse qualche errore di troppo. Resta la soddisfazione per la grande rimonta, ma di certo il suo risulta non soddisfa nè se stesso nè il team della Rossa: “Abbiamo fatto il meglio che potevamo. Sono ovviamente molto deluso, ma la gara è andata bene. Ho finito quinto, ma, quando si parte al secondo posto e si finisce in ultima posizione alla prima curva, non è l’ideale – ha confessato Kimi Raikkonen -. E’ un po’ deludente, ma si deve imparare su queste cose e, auspicabilmente, fare un risultato migliore”.