MotoGP LCR Honda: Lucio Cecchinello anticipa l'”addio” a Jack Miller

Lucio Cecchinello (Getty Images)
Lucio Cecchinello (Getty Images)

 

La permanenza di Jack Miller nel team LCR è “difficile”, dopo la fine del travagliato rapporto con il title sponsor CWM – assente dalla livrea della moto e dalla tuta di Cal Cratchlow nell’ultimo GP di Silverstone – e l’infruttosa (almeno fino a questo momento) ricerca di altre risorse finanziarie per continuare a supportare due moto della premier class del Motomondiale. A dichiararlo è il boss della team MotoGP LCR Honda, Lucio Cecchinello, spiegando che “dobbiamo essere realisti”. Una decisione definitiva in merito è attesa per il weekend del round di Misano Adriatico, tra una settimana.

 

Le incognite da sciogliere

 

Allo stato attuale  – spiega Lucio Cecchinello in una lunga intervista ai colleghi di Crash.net, le possibilità che Jack Miller continui a correre per la sua squadra in MotoGP nel 2016 sono molto scarse.

C’è da dire che il talento australiano, che affrontato il suo anno da rookie in MotoGP dopo aver sfiorato il titolo della Moto3 nel 2014, non rischia di ritrovarsi “a piedi”, avendo in mano un contratto triennale con l’HRC. Se l’LCR Honda fosse costretta a “mollarlo”, dunque, troverebbe sicuramente un’altra squadra per la prossima stagione tra le “affiliate” alla casa dell’Ala Dorata. E, a tale riguardo, il team Aspar è già stato indicato da Livio Suppo, team principal dell’Honda Repsol e portavoce di Honda Racing Corporation, come la destinazione più probabile per Miller.

“Purtroppo in questo momento dobbiamo essere realisti – ha dichiarato Lucio Cecchinello a proposito del possibile futuro del pilota di Townsville – . Stiamo ancora lavorando sodo sulla cosa. Le possibilità non sono troppo alte al momento, ma faremo tutto il possibile prima di rinunciare al progetto di un team a due piloti, che adoro e su cui lavoro da anni. Aspettiamo ancora due o forse tre settimane, poi prenderemo la decisione finale”.

Qualche giorno fa l’LCR ha confermato per il 2016 il “primo pilota” Cal Crutchlow con opzione per il 2017, mentre Jack Miller ha dichiarato che nel 2016 si aspetta di guidare ancora una Honda con Cristian Gabbarini come capo-meccanico e gli stessi meccanici. Il 20enne australiano ha confermato però di non sapere ancora quale sarà la sua scuderia di destinazione. Ancora qualche giorno e il mistero sarà sciolto.