Boeing 777-9X: ecco il bimotore più grande del mondo (VIDEO)

Boeing 777-9X (foto Twitter)
Boeing 777-9X (foto Twitter)

 

Boeing ha annunciato la configurazione definitiva della versione base del 777-9X, il bimotore più grande (ed efficiente) del mondo. La Casa di Seattle comincerà a costruirlo nel 2017, per consegnare i primi esemplari entro il 2020. Nonostante il prezzo da capogiro – 400 milioni di dollari – gli ordini non mancano…

 

Il gigante alato

Il Boeing 777-9X, annunciato nel 2013 al Dubai Air Show come il più grande bimotore del mondo, si appresta a diventare uno degli aerei “storici” della casa di Seattle e dell’aviazione civile mondiale. A fine agosto è stata definita la configurazione base, e a breve cominceranno i test su un prototipo. Il velivolo sarà in grado di trasportare 400 passeggeri nella versione più comoda con un’autonomia di 14.075 km. Sarà lungo 76,70 metri, con un apertura alare totale di 71,80 metri (64,80 metri ad ali ripiegate).

A detta del costruttore, il velivolo permetterà un risparmio di carburante del 12% rispetto al concorrente, l’Airbus A350-1000 (che può ospitare 34 passeggeri in meno). L’interno è più spazioso di 40 centimetri, consentendo in classe economica una maggiore larghezza dei sedili (fino a 46 cm). Gli oblò avranno una superficie più ampia del 15% e saranno ad altezza occhi di un passeggero seduto.

La particolarità del Boeing 777-9X sta però nel fatto che la parte terminale delle ali sarà ripiegabile, per poter “entrare” negli aeroporti. Quello della Casa di Seattle è il primo velivolo civile di queste dimensioni a adottare tale accorgimento.

Come accennato, la produzione inizierà nel 2017, nell’obiettivo di mettere in servizio i primi esemplari nel 2020. Le manifestazioni di interesse, d’altra parte, non mancato: Boeing ha ricevuto 306 ordini confermati del 777-9X, mentre altri 14 sono in attesa di conferma definitiva.