MotoGP, Marc Marquez: “Misano decisivo per il titolo. Lorenzo più veloce di Rossi”

Marc Marquez
Marc Marquez (Getty Images)

Marc Marquez è uscito definitivamente di scena per quanto riguarda la lotta per il titolo MotoGP 2015 dopo il ritiro nel Gran Premio di Silverstone. Anche se la matematica non lo condanna, a sei gare dal termine del campionato sono ben 77 i punti di ritardo da Valentino Rossi e 65 da Jorge Lorenzo. Troppi da recuperare su piloti di alto livello e con esperienza come i due della Yamaha. Ma da qui all’epilogo di Valencia potrà dire la sua vincendo ancora qualche corsa e giocando un ruolo magari decisivo nella lotta iridata tra i due colleghi.

 

Marc Marquez parla di Silverstone e della lotta per il titolo

Il due volte campione del mondo MotoGP è stato intervistato dal quotidiano AS ed ha esordito parlando di quanto avvenuto a Silverstone: “Sul bagnato il feeling con la moto non era il migliore, ma andavo bene e ho provato a seguire Valentino. In alcuni punti della pista ero più veloce, mentre in altri era più difficile controllare la moto. A otto giri dalla fine ho perso l’anteriore e sono scivolato. Ho cercato di evitare la caduta, ma sono volato via. Anche se sul bagnato abbiamo provato poco, non ci sono scuse. Dovevamo essere più veloci e girare allo stesso livello di Rossi”.

Marc Marquez ammette ancora una volta che ormai non ha più chance titolate per il 2015: “Abbiamo perso la possibilità di lottare per il campionato, ma cercherò di vincere più gare possibili da qui alla fine della stagione”.

Per quanto riguarda la battaglia tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per la vittoria del Mondiale invece ha dichiarato: “E’ interessante. Lorenzo è veloce, ma l’esperienza di Rossi è incredibile ed è consistente nell’approfittare di tutte le situazioni. Per me è assolutamente uguale se vince uno o l’altro. Deve vincere il migliore, chi se lo merita. A parità di moto si è visto che Lorenzo è più veloce, ma Valentino sfrutta ogni condizione”.

Marc Marquez indica nel prossimo gran premio, che si corre a Misano, quello decisivo che può dare la svolta definitiva al campionato: “Valentino lì vuole vincere perché è casa sua, mentre Jorge per dare un colpo morale a Rossi vincendo in casa sua. Ma speriamo che non vinca nessuno dei due, magari vinco io”.