MotoGP, Marc Marquez: “Titolo perso, ma cercherò di vincere più gare possibili”

Marc Marquez
Marc Marquez (Getty Images)

Marc Marquez ha lasciato sull’asfalto di Silverstone le residue speranze che aveva di vincere il titolo mondiale MotoGP confermandosi campione per la terza volta consecutiva della classe regina del Motomondiale. Se già prima l’impresa era difficilissima, adesso ha dell’impossibile. I 52 punti di distacco da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo alla vigilia della gara in Gran Bretagna rappresentavano già un gap complicato da colmare, adesso con la scivolata ed il conseguente ritiro lo svantaggio dall’italiano è di 77 lunghezze mentre dal connazionale il ritardo è di 65. Il pilota della Honda deve concentrarsi ora solamente sul vincere più gare possibili senza pensare più alla corona iridata.

 

Marc Marquez si arrende per il campionato

Lo spagnolo è consapevole di essere ormai fuori dalla lotta per il titolo e lo ha ammesso molto onestamente. Allo stesso tempo, però, darà battaglia ai due contendenti per le vittorie nei vari gran premi. Queste le sue parole raccolte da Autosport: «Abbiamo perso la nostra speranza nel campionato, ma cercheremo di vincere molte, molte gare, il maggior numero possibile da qui alla fine della stagione.

Alla domanda se questo significava un approccio ‘vincere o niente’ per il resto del 2015, Marc Marquez ha scherzato: “Non vincere è pari  zero,  questo è più o meno il mio stile…”. Successivamente ha aggiunto: “Cercherò di vincere, ma quando non è possibile cercherò di finire secondo o terzo. Non cambierà il mio livello di molto, perché stavo già prendendo un sacco di rischi in queste ultime gare.”

Come già detto in più occasioni, il campione di Cervera può essere una sorta di arbitro in questa difficile ed incerta sfida tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo togliendo punti a uno o all’altro nelle prossime gare. Un alleato involontario per uno dei due piloti Yamaha. Probabilmente a Marc Marquez farebbe più piacere se vincesse l’italiano, con cui ha un buon rapporto e che considera un idolo. Il Dottore non lo esclude comunque del tutto dalla lotta per il titolo ed infatti ha dichiarato: “Non voglio dire che per Marc il discorso è chiuso, ma ora è molto lontano”.