F1, Maurizio Arrivabene: “Questa è la Ferrari che volevo. Vettel è un leone”

Maurizio Arrivabene
Maurizio Arrivabene (getty images)

Sergio Marchionne con il suo avvento come nuovo presidente della Ferrari ha cominciato una grossa rivoluzione che ha investito tutto il team, in particolare nei ruoli dove c’erano più responsabilità e che negli ultimi anni erano affidati a persone giudicate non più in grado di portare avanti positivamente lo sviluppo e la crescita del Cavallino Rampante. Questa rivoluzione ha portato Maurizio Arrivabene a diventare il nuovo team principal e ad oggi non si può certo dire che la scelta sia stata sbagliata visti i buoni risultati ed il clima che si respira all’interno del box.

 

Le dichiarazioni di Maurizio Arrivabene

L’emittente televisiva ESPN ha voluto intervistare proprio il dirigente della scuderia di Maranello per parlare di questa sua prima esperienza all’interno di una squadra di Formula1, anche se lui nel paddock era già conosciuto per aver lavorato anni con la Philip Morris. Queste le sue prime parole: “Il bello è della gara di Spa è aver visto una grande squadra durante tutto il fine settimana. Venerdì e sabato abbiamo avuto un sacco di problemi e li abbiamo affrontati in un modo fantastico. Questo è il team che voglio”.

Maurizio Arrivabene ha poi elogiato Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen: “Il secondo punto è che i due piloti stanno facendo davvero il loro lavoro. Seb sta combattendo come un leone e questo era il tipo di pilota che mi piace avere nella mia squadra. Kimi in Belgio è partito dal fondo dello schieramento guadagnando posizioni ed ha concluso settimo. Se devo essere positivo, penso che il buon segnale è che il team sta crescendo e adesso è qui”.

Il team principal della Ferrari ha concluso il suo intervento continuando ad elogiare il grande lavoro svolto da tutti coloro che sono nel box italiano: “Sono orgoglioso del lavoro che questi ragazzi hanno fatto in termini di reazione di fronte a molti problemi. Il primo segnale era in Ungheria. È vero che nella mia conferenza stampa in Ungheria avevo il sorriso sul volto, ma anche lì il venerdì facevamo davvero fatica e il lavoro che hanno fatto è stato incredibile”. Infatti a Budapest è arrivata la vittoria di Sebastian Vettel, la seconda stagionale dopo quella a Sepang in Malesia. Maurizio Arrivabene auspica di poter festeggiare ancora prima della fine del campionato, anche se non sarà facile visto il dominio Mercedes.