F1, rivoluzione motori: Red Bull-Mercedes, Toro Rosso può portare Verstappen in Ferrari

Max Verstappen (Getty Images)
Max Verstappen (Getty Images)

Il 2016 può essere un anno di grandi rivoluzioni in Formula1. E La Gazzetta dello Sport in edicola oggi ci fornisce un po’ di sviluppi sui possibili scenari che possono venirsi a creare in futuro. E’ risaputo da tempo che esiste un vero e proprio ‘caso Renault‘ dal momento che sia Red Bull che Toro Rosso non sono soddisfatte del rendimento dei motori francesi, molto meno competitivi rispetto a quelli Mercedes e Ferrari. In particolare la Red Bull, abituata per anni a lottare per vincere gare e titoli, si è spesso lamentata di questa situazione arrivando anche a minacciare l’addio al grande Circus dell’automobilismo. Un addio che sarebbe clamoroso e che Bernie Ecclestone, organizzatore del campionato, non vorrebbe affatto perché sarebbe una perdita enorme.

Si è parlato della possibilità che Red Bull rompa il contratto con la Renault, che ha scadenza 2016, per passare ai propulsori Mercedes e tale ipotesi sta prendendo sempre più quota. La casa francese sta valutando se ritirarsi dalla F1 o acquistare un team per tornare ad essere a tutti gli effetti un costruttore. Non a caso da tempo si vocifera della possibile acquisizione della Lotus, sempre più in difficoltà economiche. La scuderia guidata da Gerard Lopez attualmente utilizza motori Mercedes e venendo acquisita da Renault libererebbe uno slot per la Red Bull.

I contatti tra il potente marchio tedesco di Stoccarda ed il team di Dietrich Mateschitz sono noti da tempo. Anche la Ferrari ha offerto i propri motori alla Red Bull, che però sembra preferire le power unit rivali. Ad utilizzare propulsori di Maranello, però, potrebbe essere la Toro Rosso. Anch’essa con Renault attualmente e pronta a cambiare fornitore anche per riequilibrare la situazione costruttori nel campionato di F1. Un affare che ai vertici del Cavallino Rampante vedono di buon occhio, anche nella speranza magari di mettere le mani sul promettente Max Verstappen nel 2017.

La Ferrari per il prossimo anno ha confermato Kimi Raikkonen, ma poi dovrà decidere su quale pilota puntare. Il 17enne figlio d’arte è un talento cristallino e sembra essere un predestinato. E’ legato alla Red Bull, ma una chiamata del Cavallino Rampante sarebbe difficile da rifiutare.