F1, Kimi Raikkonen: “Non sono felice”. Maurizio Arrivabene: “Podio perso per una scemenza”

Kimi Raikkonen  Maurizio Arrivabene
Kimi Raikkonen con Maurizio Arrivabene (Getty Images)

La Ferrari esce delusa dal Gran Premio del Belgio corso quest’oggi a Spa-Francorchamps. Già nelle qualifiche le cose si erano messe male con Sebastian Vettel finito in ottava posizione e Kimi Raikkonen classificatosi quattordicesimo prima di montare un altro cambio e venire retrocesso di altri cinque posti. In gara il tedesco è stato ad un passo dall’ottenere il podio, al penultimo giro uno pneumatico è esploso facendo svanire questo sogno dopo una grande rimonta. Il finlandese ha rimontato diverse posizioni ed ha concluso settimo, ma si aspettava di più da questo week-end su un circuito che a lui piace particolarmente.

Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ai microfoni dell’inviata di Sky Sport Mara Sangiorgio ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Cosa dire, perdere un podio per una scemenza come una foratura a due giri dalla fine fa davvero male. Sinceramente non so cos’altro dire…. Si tratta veramente di una situazione frustrante, perché Sebastian stava facendo una gara capolavoro e questo fa male. Devo dire che anche Kimi ha fatto un vero capolavoro nella sua rimonta, ha guidato bene”.

Kimi Raikkonen analizza così questo fine settimane dicendosi non soddisfatto di come sono andate le cose: “Non possiamo certo essere contenti della nostra posizione finale di gara. Ci aspettavamo molto di più. Sicuramente quanto accaduto in qualifica ha influito in maniera decisiva sul nostro risultato di oggi e dovremo migliorare”. Il finlandese, fresco di rinnovo con la Ferrari fino al 2016, cerca di essere fiducioso in vista del GP di Monza: “In questo week-end abbiamo apportato alcune modifiche in vista di piste come queste. A Monza speriamo di fare un ottimo risultato. Sarebbe bello lottare per le prime posizioni nella gara di casa”