F1 GP Belgio, Sebastian Vettel: “Niente panico”. Kimi Raikkonen: “Non so cos’è successo”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

Disastroso sabato per le Ferrari, che sulla griglia di partenza del Gran Premio del Belgio partiranno molto indietro. Solo nono tempo per Sebastian Vettel, incapace nella Q3 di fare meglio e di ottenere almeno la seconda fila. Servirà una super partenza per recuperare un po’ di posizioni. Peggio è andata al compagno Kimi Raikkonen, che nella Q2 si è dovuto fermare a causa di alcuni problemi non ancora chiariti sulla sua monoposto. Sarà una gara in salita per i piloti del Cavallino Rampante, che dovranno dare il massimo al fine di portare a casa un buon risultato.

 

F1 GP Belgio Qualifiche: le parole di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen

Sebastian Vettel ai microfoni dei giornalisti presenti nel paddock ha analizzato la situazione senza lasciarsi andare eccessivamente allo sconforto, anche se riconosce ovviamente che oggi è stata una giornata negativa in casa Ferrari: “Se guardiamo il risultato finale chiaramente non possiamo essere soddisfatti. Abbiamo perso una macchina in qualifica e io non sono riuscito ad ottenere un gran risultato. Nel Q2 eravamo terzi, ma se osserviamo i tempi si può notare come la lotta sia stata molto serrata. In Q3 avevo lo stesso passo, ma non sono riuscito a migliorare come hanno fatto gli altri, ecco perché siamo arrivati dietro. Non credo ci sia motivo di andare nel panico, come detto la lotta è molto serrata. Non siamo contenti ma c’è tutto il tempo per cambiare le cose in vista della gara”.

Kimi Raikkonen, interpellato dai microfoni dalla giornalista di Sky Sport Mara Sangiorgio, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito al suo ritiro dalle qualifiche in Q2: “Non ho capito cosa sia successo di preciso alla vettura. Ad un certo punto ho perso spinta e ho dovuto fermarmi. Quando il team riprenderà la macchina vedremo e comunicherà qual è il problema. Continuiamo comunque a provarci e a lottare, vedremo dove arriveremo domani. Problemi di affidabilità ultimamente in Ferrari? Quest’anno siamo stati abbastanza solidi, anche se abbiamo avuto qualche problema nelle ultime gare. Dobbiamo lavorare per migliorare in tutti i settori, ma non sono preoccupato. Deluso perché è successo a Spa? E’ sempre una delusione avere dei problemi, non importa dove sei. Finora eravamo andati piuttosto bene, faremo la nostra gara domani anche se sarà tutto complicato”.