MotoGP, Marc Marquez: “Lotteremo per la vittoria anche in Gran Bretagna!”

Marc Marquez (Getty Images)
Marc Marquez (Getty Images)

 

Dopo le ultime gare che lo hanno visto impegnato all’estero, Marc Marquez è “finalmente tornato a casa” e, nel consueto post del martedì sul blog ospitato sul sito Box Repsol, fa un bilancio dei due week-end di gare che gli sono valsi una vittoria e un secondo posto.

 

I successi da festeggiare

“A Brno, un circuito di cui – scrive il campione del mondo 2014 della MotoGP – non siamo grandi fan, siamo riusciti a confermarci nel gruppo di testa, tra i piloti più veloci”. E “anche se venerdì abbiamo faticato un po’ ad accelerare il passo, siamo stati in grado di migliorare subito”.

E questo nonostante la concorrenza fosse agguerritissima. “Jorge [Lorenzo] è andato veramente veloce su quella pista. Ha mantenuto un passo eccezionale, e sabato si è confermato con un lap spettacolare che gli è valso la pole position. Dunque sapevamo che domenica sarebbe stato difficile tenergli testa”.

Ciò non toglie però che il Fenomeno di Cervera sia più che soddisfatto della sua performance. “Sono contento del secondo posto – prosegue Marc Marquez – . I punti guadagnati sono importanti, e dopo la vittoria di Indianapolis c sentiamo in forma. Sono convinto che se continuiamo a lavorare così, riusciremo a lottare per la vittoria anche in Gran Bretagna”.

La famiglia Marquez ha poi più di un motivo per festeggiare. “Sono contento anche perché sabato mio fratello Alex ha ottenuto il quarto posto dopo una buona sessione di qualifiche. Penso che, nell’insieme, il suo sia stato un buon weekend. E questo dimostra che è sulla giusta strada, e che lo vedremo sempre più spesso ai primi posti, e con molta più sicurezza di sé”.

“Ieri – conclude lo spagnolo – siamo timasti sul circuito sui test con le gomme del 2016, ma le condizioni meteo ci hanno costretto a restare fermi per quasi tutto il giorno. Peccato”.

Domanda della settimana. E’ vero – chiede Laura al fuoriclasse della Honda – che dietro al numero 73 con cui corre suo fratello Alex c’è un significato particolare o un qualche aneddoto?

“Sì – risponde Marquez – , un significato ce l’ha. Alex non poteva scegliere il numero 12 o il 23, perché erano già ‘occupati’ in Moto2. Così ha dovuto optare per un’altra soluzione, e ha scelto il 73, un numero che gli piace molto. Anche perché sottraendo il suo giorno di nascita (il 23 aprile) dall’anno (il ’96), si ottiene proprio quel numero! 96-23 = 73!”.