MotoGP Brno: Dani Pedrosa tira le somme di un “weekend difficile”

Dani Pedrosa (Getty Images)
Dani Pedrosa (Getty Images)

 

Se esattamente un anno fa Dani Pedrosa festeggiava la prima e unica vittoria stagionale, nel 2015 il GP di Brno è stato per il pilota del team Repsol Honda ben più amaro.

Scattato dalla nona casella, lo spagnolo ha perso tre posizioni nelle prima tre curve per poi risalire e chiudere il bwin Grand Prix České republiky in 5° posizione, dietro la Ducati GP15 di Andrea Iannone.

 

Coincidenze sfortunate

Considerate le premesse – la caduta del venerdì a causa della rottura della forcella, il dolore al piede, il 9° tempo nelle qualifiche ufficiali – , al veterano di Sabadell va reso il merito di aver salvato il salvabile.

“Non ho fatto una partenza perfetta, ma non era nemmeno così male – dihciara Dani Pedrosa sul sito ufficiale del team – . Quando sono entrato nella prima curva Hernandez è arrivato forte e ho dovuto alzare la moto. Sono riuscito a mantenere il controllo della situazione, ma poi è arrivato anche il suo compagno di squadra [Danilo Petrucci] e mi sono messo da parte”.

Sulla performance del pilota della Honda hanno pesato anche alcune difficoltà sul versante tecnico. “Non avevo un gran feeling con la moto, soffrivo molto con l’anteriore – spiega Pedrosa – . Nel corso della gara ho rimontato e me la sono vista con le Ducati ufficiali: sono molto difficili da passare sul rettilineo ma alla fine ho passato Dovizioso all’ultimo giro”.

Il bilancio non è così negativo, insomma, ma resta l’amaro in bocca per aver mancato un podio che era decisamente alla sua portata. “È stato un weekend difficile, anche se domenica ho potuto lavorare meglio grazie all’aiuto del fisioterapista e alcuni farmaci”, conclude. E il pensiero è già proiettato al prossimo round…