MotoGP, Andrea Iannone: “Brno più favorevole alla Ducati”. Andrea Dovizioso: “Dobbiamo migliorare”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (Getty Images)

La MotoGP non si ferma neanche nel week-end di Ferragosto e approda nuovamente in Europa per il Gran Premio della Repubblica Ceca. A Brno la Ducati va alla ricerca di un buon risultato con entrambi i suoi piloti. Da qualche gara a questa parte solamente Andrea Iannone riesce ad ottenere il massimo, considerando che Yamaha e Honda ufficiali sono attualmente troppo superiori. Mentre Andrea Dovizioso da un po’ di tempo è incappato un periodo difficile. Negli ultimi cinque GP sono arrivati ben tre ritiri, un 9° e un 12° posto. Molto male se consideriamo che nei cinque precedenti aveva ottenuto tre secondi posti, un 3° e un 9°. Per lui è l’ora del riscatto, visto anche che il compagno lo ha ampiamente scavalcato nella classifica mondiale.

 

Le dichiarazioni di Andrea Iannone e Andrea Dovizioso

Andrea Iannone è molto determinato e fiducioso per il Gran Premio della Repubblica Ceca, ma tiene i piedi per terra alla luce di quelle che sono state le ultime corse che hanno visto la Ducati non poter competere per il podio: “A me in generale piacciono quasi tutti i circuiti, ma Brno è un circuito davvero molto bello e sono contento di correre qui domenica, anche se in questo momento è difficile prevedere cosa possiamo aspettarci dalla gara ceca – si legge sul sito ufficiale del team di Borgo Panigale -. In teoria questa dovrebbe essere una pista più favorevole per la GP15, ma le ultime quattro gare sono state piuttosto complicate per noi e quindi ci dovremo impegnare insieme alla squadra per migliorare la situazione. Comunque guardiamo alla gara di questo weekend con fiducia e speriamo che a Brno potremo tornare a lottare con il gruppo di testa.”

Moderatamente ottimista anche Andrea Dovizioso, seppur anche in lui prevalga il realismo nell’analizzare quella che è la situazione attuale relativamente ai valori in pista della MotoGP: “La gara di Brno sarà interessante anche per capire a che livello siamo su questo tracciato, che ritengo molto bello e speciale. Credo che potremo essere messi meglio rispetto alle ultime gare e che la pista potrebbe esserci più favorevole, anche se la situazione generale è quella che abbiamo visto a Indianapolis. Ma sappiamo di dover continuare a lavorare sodo per migliorare le nostre prestazioni e, in ogni caso, spero che il momento negativo delle mie ultime gare finisca presto!”.