Selfie e telefonate al volante: a Modena 48 multe

selfie volante auto
(foto dal web)

La moda del selfie ha preso piede ormai da molto tempo e sono tante le persone che trovano sempre più occasioni nelle quali fotografarsi e magari pubblicare poi l’immagine sul proprio profilo presente nei social network. E’ diventata una cosa virale, che coinvolge ormai sia i più giovani che i più adulti. Ci sono, però, contesti nei quali l’utilizzo dello smarphone è sconsigliato, sia per fare gli autoscatti e sia per telefonare o effettuare altre operazioni ad esso connesse (navigazione sul web per esempio). Uno di questi contesti è ovviamente quello della guida dell’automobile. Quando si è al volante il rischio di distrarsi e di commettere qualche errore aumenta sensibilmente se utilizziamo apparecchi telefonici o tablet.

Intanto, secondo quanto rivelato da Ilrestodelcarlino.it, la Polizia Stradale di Modena ha dovuto effettuare molti controlli su strade e autostrade della Provincia in questo periodo in cui molti automobilisti si spostano per via delle ferie. Risulta che nell’ultima settimana sono stati sanzionati ben 48 guidatori sorpresi a telefonare durante la guida senza fare uso dell’auricolare o utilizzare altri strumenti come tablet o smartphone.

Questi tipi di infrazioni stanno diventando sempre più frequenti e la stessa Polizia Stradale di Modena ha spiegato che: “Scattare un ‘selfie’ alla guida comporta una distrazione della durata media di 14 secondi, mentre accedere ai social media può deconcentrare il guidatore dalla strada per oltre 20 secondi, un tempo nel corso del quale un’auto che procede a 100 km/h percorre la distanza di 5 campi di calcio – si legge su ModenaToday.it -. Mentre sono 7 i secondi durante i quali si distolgono gli occhi dalla strada per comporre un numero su un telefono cellulare distogliendo gli occhi dalla strada. A 50 km/h si fanno 98 metri al buio. A 100 km/h sono quasi 200 metri”.

In questo periodo tra selfie, telefonate, utilizzo di social network e altre attività connesse agli smatphone e ai tablet un diverse parti d’Italia sono numerosi i casi di automobilisti sanzionati. Bisogna darsi una regolata, per garantire la propria sicurezza e quella degli altri.